Oggi è uscita l’ultima puntata di Teen Wolf, una serie che io personalmente non ho mai seguito con costanza e con la quale ho sempre avuto un rapporto conflittuale, tuttavia è una serie che ha rapito il cuore di molti nello staff della vostra famiglia nerd preferita.  Parlando con Poison El ho pensato di fare una grande intervista sul mondo di Teen Wolf ad i nostri tre admin che amano questa serie: Poison El, Shadow e Sourwolf Blake.

Bene iniziamo pure questa bella intervista con una serie di domande più o meno difficili,  rispondete sinceramente perché ricordate “Ci sono tre cose che non si posso nascondere: la Luna, il Sole e la Verità”.

  1. Cosa vi ha convinto a seguire questa serie per tutte le sue sei stagioni? 

    Poison El: Ammetto, io mi sarei fermata alla terza. Ho continuato, spronata da una cara amica. E la ringrazio!

    Shadow: inizialmente ero scettico a seguire questa serie, dato che la reputavo simile a TVD, ma grazie alla passione di Poison El e a mia sorella che si è divorata le prime stagioni in poco tempo, direi che ho seguito il loro esempio. Inoltre si sa che prediligo il soprannaturale e quale serie che lo presenta in tutte le sue forme può rappresentarlo al meglio?

    Sourwolf Blake: Ti direi così, d’istinto, i personaggi. La trama di alcune stagioni è stata un po’ deludente a volte, ma mi sono affezionata talmente tanto ai personaggi che non ho potuto fare a meno di continuare a seguire la serie per vedere cosa avrebbe combinato Jeff.

  2. Il vostro personaggio preferito?                                                                                   Poison El: Oddio sono molto indecisa! Sicuramente Lydia e Derek! Ma anche Stiles rimane nel mio cuore! Lydia è forte e fragile allo stesso tempo e ha un’intelligenza pazzesca! Derek… beh, lui è forte e coraggioso e ha quel fascino da eroe/antieroe pazzesco! Stiles beh, è sempre Stiles. Sarcasmo, intelligenza e “presenza”. Per Scott c’è sempre stato, come per suo padre e per tutti i suoi amici!                                 Shadow: mhh, domanda difficile. Durante il corso delle stagioni vi sono stati alti e bassi tra alcuni personaggi, però piano piano ho finito per amarli tutti (strano per me non trovate? XD). Però ve ne sono due che mi sono entrati nel cuore: Scott per la innata capacità di leader, il quale non si è mai macchiato di un omicidio nonostante la sua natura soprannaturale, ma soprattutto Stiles, il quale ha sempre avuto un percorso di crescita costante e grazie al suo umorismo ha sempre tenuto alto il morale del branco.Sourwolf Blake: Anche qui vado a impulso e dico Derek Hale, colui che ha contribuito a costruire metà del mio nome da admin. Derek è tutto quello che vorrei in un personaggio, è forte, ma è anche fragile, è coraggioso, ma fa anche degli sbagli. E’ cambiato tantissimo dalla prima all’ultima stagione, ho amato la sua evoluzione, il suo passare dall’essere un Alfa assetato di potere all’accettare se stesso e gli errori commessi. E poi, Derek Hale è così badass e sassy che è impossibile non amarlo. Anche Theo Raeken ha un posticino speciale nel mio cuore, perché è stato un villain molto particolare e sadico, ma anche perché è cresciuto tanto.

 

     3. Quale personaggio credete che abbia avuto l’evoluzione migliore? E quale  personaggio ritenete che sia stato sviluppato male?

Poison El: Lydia! Ma assolutamente! Da ragazzina che pensava solamente all’apparenza e alla superficialità, è diventata una banshee innamorata del suo migliore amico – che l’ha aspettata da sempre – che farebbe qualsiasi cosa per i suoi amici. Inoltre, ha perso la sua migliore amica – una parte di sé – ma non ha mollato. Anzi, ha continuato a combattere. Personaggio sviluppato male? Hayden (Victoria Moroles)! Caspita, era insopportabile! Non capivo se avrebbe dovuto essere la brutta copia di Allison, una ragazza a caso per Liam… no, davvero non lo capivo e non lo capisco tutt’ora.

Shadow: secondo me Malia, la quale nelle ultime 2 stagioni abbondanti ha fatto passi da giganti sia nel rapporto con Peter, che con tutti i membri del “pack”, ma soprattutto ha subito una crescita personale mozzafiato! Personaggi sviluppati male no, però il padre di Scott avrebbe potuto essere più presente nel corso della serie, aiutando il figlio (cosa che peraltro Melissa ha fatto enormemente).

Sourwolf Blake: Sarò ripetitiva, ma ho amato la crescita di Derek. E quella di Theo. Anche Malia però mi è piaciuta un sacco, ha dimostrato di avere un gran cuore e di essere una persona dolcissima e super leale. Un personaggio sviluppato male… Scott forse. Molto spesso sembra che gli scrittori si dimentichino che è un True Alfa e che quindi ha dei poteri molto forti. Poteva dare molto di più come personaggio, invece molte volte è stato ridotto a essere un ragazzino ingenuo incapace di salvarsi da solo.

 

4. La stagione che avete apprezzato di più? Perché?

Poison El: La terza! Dalla morte di Allison Argent, dall’interpretazione di Dylan O’Brien come Nogitsune… ineguagliabile! Avvincente, angst, interessante! Attori e recitazioni a livelli che difficilmente, poi, sono stati eguagliati.

Shadow: eh bella domanda. Riflettendoci bene devo dire che la 6, pur essendo partita in sordina, mi ha fato veramente emozionare, facendomi scoprire lati di alcuni personaggi che non pensavo potessero avere. E poi diciamocelo: una stagione con cacciatori e lupi mannari non situò che non apprezzare enormemente.

Sourwolf Blake: Mmh, la terza credo, come la maggior parte del fandom. Credo sia stata la stagione più intensa e quella dove i personaggi sono cresciuti e maturati di più. Ci sono stati tanti feels in questa stagione, è stata costruita davvero bene.

5. Ci sono stati momenti in cui avreste mollato la serie?

Poison El: Nella quarta. Trovo che sia stata noiosa e davvero forzata. Menomale che Stiles, Lydia e Derek non deludevano mai.

Shadow: no, lo escludo categoricamente. Basti pensare che mi sono divorato le prime 5 stagioni e mezzo in una settimana (giorno più, giorno meno).

Sourwolf Blake: Forse nelle ultime due stagioni, mi sono annoiata in diversi punti di diversi episodi. Ma come ho detto all’inizio, l’amore per i personaggi (Theo Raeken soprattutto) mi ha fatto continuare a seguire la serie.

6. Come sapete faccio il tifo per i cacciatori, quindi vi chiedo: se foste cacciatori, quale sarebbe la vostra arma per andare a caccia?

Poison El: Arco! Adoro la forma, l’eleganza… il modo in cui sa essere letale.  

Shadow: ok questo è il momento in cui conoscerete un lato di me celato fino a questo momento. In fondo in fondo al mio cuore sono un pò sadico, per questo scelgo una balestra con frecce a punta grande imbevute di strozzalupo, le quali per essere estratte devono far soffrire il malcapitato.

Sourwolf Blake: Uhm, mi piacerebbe uno di quei fucili fighi che fanno molto film americano, ma anche una balestra in stile Daryl Dixon.

7.  La scena che vi ha fatto piangere di più?

Poison El: Per quanto non apprezzassi il personaggio… quando è morta Allison Argent nella terza. L’urlo di Lydia, la sua migliore amica, e le ultime parole dette a Scott mi avevano davvero emozionato. Poi quando Boyd muore e Derek si sente completamente colpevole, ma Stiles gli poggia una mano sulla spalla e sembra indurgli almeno la forza necessaria per alzarsi. Ah e quando Theo Raeken decide di fare da esca al posto di Liam per i Ghost Rider. Sì, Sterek e Thiam sono le mie ship.

Shadow: sicuramente la morte di Allison alla fine della terza stagione, li si che ho pianto un sacco, ma anche all’inizio della sesta quando Stiles viene rapito dai Ghost Riders e dichiara il proprio amore a Lydia!

Sourwolf Blake: Premetto che io non piango quasi mai, ma la morte di Allison è stata una scena davvero dura. E poi anche la scena dove Derek scopre che Boyd è morto e Stiles gli mette una mano sulla spalla (Sterek feels are coming). SPOILER Anche la scena, proprio nel finale di stagione dove Theo prende il dolore di uno dei cacciatori, Gabe, è stata davvero intenta e bellissima, mi ha commosso.

8. Cosa avreste cambiato della sceneggiatura?

Poison El: Ehm… La zia di Allison. È stata una stagione che non mi ha entusiasmato. Inoltre, avrei voluto che avessero dato più spazio a Theo Raeken, interpretato da Cody Christian. Il suo personaggio ha avuto davvero una bella evoluzione e si meritava di più. Molto di più.

Ah… ma il funerale di Allison? Ce lo siamo persi per strada?!

Shadow: non sono uno sceneggiatore, ma alcune scene risultavano davvero troppo pesanti e forzate secondo il mio punto di vista e le avrei rese un pò più scorrevoli.

Sourwolf Blake: Ora, premetto di non sapere niente di come si scrive una sceneggiatura, ma credo che avrei cercato di gestire al meglio i personaggi che avevo, senza aggiungerne altri a random e finire per non dare un finale degno a nessuno (*coff coff* Kira Yukimura *coff coff*).

Amo profondamente l’introspezione, quindi mi sarei concentrata molto anche su quello, avrei approfondino di più la psicologia dei personaggi, o almeno di alcuni, e le relazioni che li legano tra loro. E avrei dato più spazio a scene come il funerale di Allison magari, dettagli piccoli all’apparenza, che però fanno la differenza.

9. Descrivete Teen wolf con un solo aggettivo.

Poison El: Umana.

Shadow: direi fenomenale.

Sourwolf Blake: Mmh… non è proprio un aggettivo, ma direi branco, è la prima cosa che mi viene in mente pensando alla serie.

10. Date un voto al finale di stagione.

Poison El: 7/8.

Shadow: so che a volte sono magnanimo e tendo sempre ad enfatizzare tutto ciò che vedo, però un 9.5 abbondante se lo merita tutto. E’ stata la puntata più ricca di emozioni che io abbia mai visto e tutto un insieme di fattori mi ha permesso di valutarlo così.

Sourwolf Blake: Uhm, forse sette? Sì, dai, sette e mezzo.

11. Citazione preferita.

Poison El: Su questa sono davvero combattuta. Sono sempre state quattro: “Tre cose non si possono nascondere: il Sole, la Luna e la Verità”, “Noi proteggiamo chi non può proteggersi da solo” e “sii la tua stessa ancora”.

Shadow: in realtà sono 3 le citazioni che mi porterò dietro da questa serie ed una la uso nei momenti difficili (indovinate quale). “Sono 73 chili e mezzo di pelle chiara e ossa fragili. Il sarcasmo è la mia unica difesa” (Stiles); “Tu non sei un mostro, sei un lupo mannaro, come me.” (Scott); “Tre cose non si possono nascondere: il Sole, la Luna e la Verità” (Derek)

Sourwolf Blake: La frase “be your own anchor” (sii la tua ancora) mi è rimasta nel cuore. Troppo spesso facciamo affidamento sugli altri e il loro aiuto per tirarci fuori da situazioni pesanti, non pensiamo mai di potercela fare da soli. Invece dovremmo farlo, dovremmo fidarci di noi stessi, credere nella nostra capacità di andare avanti anche quando gli ostacoli che ci troviamo davanti sembrano insormontabili.

Certo, se ne abbiamo bisogno è giustissimo chiedere aiuto – accettare di farsi dare una mano è segno di maturità secondo me –, ma dovremmo anche credere di potercela cavare con le nostre stesse forze. Spesso e volentieri siamo molto più forti e capaci di reagire di quanto crediamo. E ve lo dice una che è la peggior critica di se stessa e che ha l’autostima perennemente sotto i piedi.

Siate la vostra stessa ancora, siate i vostri stessi sostenitori e vogliate bene a voi stessi, sempre. 

12. Convincetemi a guardare questa serie.

Poison El: se ti piace il sovrannaturale e il mistero, questa serie può piacerti. Inoltre, visto che ami così tanto i cacciatori… non puoi rimanerne deluso! Inoltre, ha un punto davvero forte: le creature sovrannaturali  spesso – e questa stagione lo dimostra – sono molto più umani degli esseri umani stessi.

Shadow: Caro Nabbo, sei appassionato di serie TV, di soprannaturale, di “supereroi” che non nascono tali, ma lo diventano con le proprie forse, scoprendo i propri poteri da soli. Quale serie TV che unisce tutto ciò puoi vedere? Ma certo: Teen Wolf.

Ps: ci sono anche i Berserker, e mi dicono che sono ottimi guerrieri!

Sourwolf Blake: Okay, fammi pensare un attimo… Teen Wolf è una serie di crescita, in più sensi: conosci i personaggi quando sono all’inizio del liceo, sono tutti piccoli, immaturi e impulsivi. Attraverso le stagioni li vedi crescere, sbagliare, maturare, ma soprattutto li vedi accettare se stessi.

Scott, per esempio, dopo essere stato trasformato ha avuto il terrore di diventare cattivo, di uccidere e ferire le persone a cui tiene. Se togliamo la parte soprannaturale, questa paura non è tanto lontana da noi “persone comuni”, chi non ha mai temuto di allontanare amici o familiari perché non era capace di accettare se stesso o di venirci a patti? Chi non si è mai sentito fuori luogo, sbagliato?

Teen Wolf mostra che ciò che ci rende differenti può essere un punto di forza, è quello che ci rende unici e speciali. Ma mostra anche che l’unione fa la forza, mostra la forza meravigliosa dell’amicizia e che gli amici sono una vera e propria famiglia. Mostra come le persone cambiano e crescono, come migliorano, a volte anche partendo dalle situazioni peggiori.

Teen Wolf può sembrare solo una serie tv su licantropi e altre creature soprannaturali, ma in realtà ha tanti valori e tanta umanità.

13. Salutate i vostri fan per la fine di questa intervista.

Shadow: Un saluto a tutti i nostri fan, sperando che anche a voi questa serie ha trasmesso il mix di emozioni che ha trasmesso a me. Un saluto dal vostro Shadow!

Poison El: Hola! Spero che questa intervista vi abbia incuriosito e – perché no – intrattenuto! Fateci sapere la vostra con un commento!

Sourwolf Blake: Ciao a tutti! Fateci sapere cosa ne pensate. Sia se siete d’accordo, sia se non lo siete! Byeee!

 

 

The Nerd’s family

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: