LOST: pronti a perdervi?

LOST: pronti a perdervi?

Novembre 6, 2017 0 Di Eleven's Eggo

LOST, serie televisiva di fantascienza andata in onda a partire dal 2004 e che conta 6 intense stagioni.

Non so voi, ma io quando ho cominciato a guardare Lost pensavo mi sarei trovata a guardare dei poveri sopravvissuti arrangiarsi su un’isola sperduta e dimenticata da Dio. Non potevo essere più lontana da quella che, invece, si sviluppa come la trama di una delle serie TV, a mio parere, meglio riuscite.

Uno dei punti di forza è sicuramente l’utilizzo di flashback che, soprattutto nella prima stagione, hanno il fondamentale ruolo di definire e farci conoscere i personaggi principali, nonché quello di tenerci incollati al televisore (o al computer) per capirci veramente qualcosa. Ci ritroviamo quindi catapultati in una realtà fatta di colpi di scena ed intrecci sbalorditivi, che segue un ritmo incredibilmente veloce ed appassionante.

LA STORIA – prima stagione

Seguiamo le vicende dei 48 superstiti del volo Oceanic 815 (partito da Sidney e che sarebbe dovuto atterrare a Los Angeles), fino al 44esimo giorno sull’isola, giorno che coincide col finale di stagione.

I misteri non mancano fin dalla prima puntata, nella quale una forza misteriosa sradica alberi nella giungla terrorizzando e lasciando confusi i sopravvissuti.

I soccorsi non arrivano e i tentativi di trasmettere un SOS falliscono miseramente, poiché un misterioso messaggio in francese di cattivissimo auspicio (trasmesso da più di 16 anni!) interferisce con ogni altro tipo di comunicazione. Danielle, l’autrice del messaggio, giocherà un importante ruolo nel finale.

I nostri sopravvissuti cominciano a domandarsi se ci sia qualcun altro presente sull’isola quando, d’un tratto, la routine che stavano instaurando viene sconvolta, confermando i loro sospetti: Claire, giovane donna incinta, viene rapita da coloro che chiameremo “Altri”. Riapparirà successivamente vittima di amnesia ed incapace quindi di fornire spiegazioni su ciò che le è accaduto.

In tutto questo, interessanti risultano le vicende di Locke, ex paralitico che ritrova l’uso delle gambe grazie all’isola. Assieme al giovane Boone scopre una botola sotterranea nel bel mezzo della giungla. A seguito di svariati tentativi falliti, Locke riceve un “segno” che lo porta a scoprire un aereo precipitato, pieno di cadaveri di preti e di statuette raffiguranti la Madonna ma ripiene di sacchetti di eroina. Questa scoperta, però, porta alla morte di Boone che, arrampicatosi per raggiungere l’aereo, precipita con esso, riportando ferite mortali. Prima della tragedia, però, riesce a trasmettere un messaggio tramite la radio dell’aereo, comunicando di far parte dei sopravvissuti del volo 815. La risposta dà adito a molte nuove teorie: “Siamo noi i sopravvissuti del volo 815!”.

Nel frattempo, tre membri del gruppo decidono di provare a lasciare l’isola costruendo una zattera, grazie alla quale sarebbero salpati in cerca di aiuto.

IL FINALE DI STAGIONE – nuove domande all’orizzonte

Danielle, naufragata sull’isola 16 anni prima, si presenta al campo dei sopravvissuti del 815 preannunciando l’arrivo degli “Altri”, che sarebbero venuti a prendere il figlio di Claire, finalmente nato, come vennero a prendere sua figlia. Decidono quindi di utilizzare la botola trovata da Locke come rifugio, facendo saltare in aria la porta con della dinamite.

Scopriamo però, che non è il figlio di Claire il prescelto, ma Walt, ragazzino di 10 anni che si trovava sulla zattera di salvataggio col padre Michael, Sawyer e Jin. Vengono infatti attaccati da un gruppo di pescatori, i quali rapiscono Walt e fanno saltare in aria la zattera, lasciando così in mare aperto gli altri tre uomini e tantissime domande nuove nella testa degli spettatori. In particolare ci chiediamo.. Cosa ci sarà nella botola? Chi ha rapito Walt? Ma soprattutto.. Chi sono gli “Altri”?

Nulla nel mondo di Lost accade per caso, e ci aspettiamo presto delle risposte.

 

– Eleven’s Eggo