Gotham II: l’Ascesa dei Nemici!

Gotham II: l’Ascesa dei Nemici!

Settembre 6, 2018 0 Di Shadow

Bentrovati a tutti! La scorsa volta ci eravamo lasciati con la recensione della primissima stagione di Gotham. Oggi sono qui per portarvi la seconda stagione. Andiamo con ordine però.

Dove eravamo rimasti? Nel finale di stagione avevamo lasciato Bullock intenzionato a non combattere più il crimine, e Gordon pronto a riportare in auge la sua lotta al crimine insieme al suo fedele compagno. Pinguino è il nuovo Re di Gotham, ma non sarà il solo a creare scompiglio nella città del futuro cavaliere oscuro.

La stagione è stata divisa in due sottostagioni. Questa divisione si nota solamente nella versione inglese della sere, dove i titoli degli episodi sono divisi in “Rise of the Villains” e “Wrath of the Villains”, rispettivamente prima e seconda parte.

Gotham-ep212_scn36_4402_hires1_FULL-e1456563512240

Nella prima metà di stagione veniamo a contatto con Theo Gallavan, futuro Azrael e futuro nemico di Gotham, il quale tenterà con ogni mezzo a sua disposizione di mettere fine al crimine dilagante a Gotham, assieme a sua sorella Tabitha. Tutto questo è un geniale piano messo in atto dallo stesso Theo, confezionato ad hoc in modo da potersi far eleggere nuovo sindaco di Gotham, arrivando persino a sequestrare l’attuale sindaco, Aubrey James. Gallavan, avendo fatto fuggire da Arkham sei noti criminali, fra cui Barbara Kean, Aaron Helzinger, Jerome Valeska, Arnold Dobkins, Richard Sionis e Robert GreenwoodIl, chiede loro fedeltà, promettendogli di esseri i fautori della caduta di Gotham. Tutti giurano, ad eccezione di Sionis che viene brutalmente ucciso da Tabitha. A seguito di questo evento, Barbara decide di rimanere con Tabitha, con la quale instaura una relazione, mentre i rimanenti quattro creano i MANIAX, gettando scompiglio in città.

gotham-season-2

Theo ha un piano ben preciso: vendicarsi della famiglia Wayne, accusata di essere la causa della rovinosa caduta subita dai Gallavan in passato; questa vendetta sarà attuata grazie ad una setta – l’Ordine di San Duma – mediante la quale il figlio di Gotham sarà sacrificato ed il sangue versato. Ovviamente il “figlio di Gotham” non è altri che Bruce!

Gotham3

Gordon assieme a Bullock, Alfred, Selina e Lucius Fox – membro della Wayne Enterpraises fedele ai Wayne ed esule alla corruzione che dilaga – riescono a salvare il ragazzo e fermare i criminali. Mentre Theo sta per fuggire, Oswald e Jim lo assassinano, mettendo fine al suo regno di terrore. A seguito di questi eventi nuovi criminali verranno affrontati dalla GCPD, fra i quali troviamo Victor Fries, noto ai più come Mr. Freeze – la cui storia prende ben due episodi, a mio avviso, quella meglio trattata. Nei sotterranei di Arkham, Indian Hill, il nuovo direttore Hugo Strange e la sua assistente Ethel Peabody conducono una serie di bizzarri esperimenti su pazienti vivi e morti – fra cui Fish Mooney e lo stesso Gallavan – supervisionati da una misteriosa Corte.

Durante la stagione veniamo a conoscenza del lato più oscuro di un paio di nostre vecchie conoscenze: sto parlando di Edward Nygma (futuro Enigmista) e Barbara Kean (ex di Jim Gordon). Loro sono senza ombra di dubbio i due personaggi con l’evoluzione migliore della prima stagione.  Menzione d’onore va fatta a Cameron Monaghan come interprete di Jerome, per una recitazione magnifica e che a tratti porta lo spettatore ad avere la pelle d’oca.

gotham-banner-2-1

Girando su internet mi sono imbattuto in questa frase che ritengo l’emblema di questa seconda stagione esplosiva: “Il male non ha lasciato Gotham e Gotham non ha lasciato il male. Essi coesistono e non può essere altrimenti in quanto uno non vive senza l’altro e viceversa”. Credo non vi sia nemmeno bisogno di doverla commentare, vero?

Bene siamo giunti alla conclusione di questa recensione, sperando di aver risvegliato in voi una curiosità tale da portarvi a vedere questa seconda stagione, che rispetto alla prima, ha avuto un notevole salto di qualità! 

Alla prossima, Shadow!