Dragon Ball: Quando Tutto Incominciò!

Dragon Ball: Quando Tutto Incominciò!

Settembre 8, 2018 0 Di Shadow

Bentrovati a tutti! Qui che parla è Shadow per il consueto #SabatoRetrò. Oggi inizieremo una serie di tre appuntamenti legati al magico mondo di Dragon Ball! Siete pronti per fare un tuffo nella vostra infanzia? Bene: iniziamo!

Dragon Ball – dal giapponese Doragon Bōru, letteralmente “Sfera del Drago” in inglese – è la trasposizione animata del famosissimo manga creato ed ideato da Akira Toriyama. 

La serie è composta da Dragon Ball, Dragon Ball Z e Dragon Ball Gt. Il nuovissimo Dragon Ball Super, uscito recentemente, assieme a Gt costituisce il reparto sequel. Oltre a queste 4 serie sono presenti ben 19 film, mentre il 20esimo è in produzione. 

Oggi volevo focalizzarmi sulla prima delle 4, ovvero Dragon Ball. Trasmessa da Toei Animation dal 26 febbraio 1986 al 19 aprile 19, la serie racconta le avventure di un giovanissimo Son Goku, appena dodicenne. Goku incontrerà dapprima Bulma – ragazza di 16 anni con un intento ben prefisso: trovare le sette sfere del drago, con cui potrà evocare il leggendario drago Shenron ed esprimere un desiderio. Goku avrà diversi amici oltre a Bulma, e tra questi abbiamo Olong un maialino con la capacità di trasformarsi in ciò che vuole per qualche minuto; Yamcha, predone del deserto che finirà per diventare un alleato; Chichi, la quale Goku inavvertitamente promette di sposare; e Pilaf, un uomo malvagio e ambizioso, alla ricerca delle sfere per far avverare il suo desiderio di regnare sul mondo. 

1328045_English_ShowThumbnail_107e2d9b-d482-e711-8175-020165574d09

Successivamente Goku finirà per allenarsi presso il Maestro Muten, in vista dell’imminente Torneo Tenkaichi, che richiama i migliori combattenti da tutto il mondo. L’altro allievo del maestro, Crilin diventa il suo compagno di allenamenti e rivale: in poco tempo finiranno per stringere una solida amicizia. Terminato il torneo, Goku si reca alla ricerca della sfera con quattro stelle, l’unico ricordo di suo nonno, e si scontra con le Red Ribbon, il cui leader vuole raccogliere le sfere del drago per sé stesso. Goku sconfigge praticamente da solo l’intera organizzazione militare, incluso il sicario Tao Bai Bai, contro cui aveva in origine perso, ma che annienta facilmente dopo un duro allenamento con l’eremita Karin. 

24cryn4

Dopo tre anni di duro allenamento, Goku e compagni si riuniscono al Torneo Tenkaichi, dove incontrano l’Eremita della Gru, antico rivale del Maestro Muten – fratello di Tao Bai Bai – e i suoi allievi Tenshinhan e Jiaozy. Grazie all’intervento del Maestro, gli allievi dell’Eremita decidono di unirsi al gruppo dei nostri protagonisti, abbandonando il sogno di diventare dei sicari. Una volta sconfitto l’Eremita, Goku dovrà affrontare un grandissimo lutto: proprio mentre il torneo volge al termine, Crilin, viene ucciso da Tamburello, una creatura generata dal Grande Mago Piccolo. Goku quindi si lancia all’inseguimento del mostro ma viene facilmente sconfitto. In suo soccorso giunge il samurai Yajirobei che conduce Goku alla Torre di Karin dove il giovane, bevendo l’acqua del Dio maestoso, riesce ad ottenere la potenza necessaria a battere Piccolo. Nel frattempo, il demone uccide Muten e Jiaozi e usa le sfere del drago per riottenere la giovinezza, prima di distruggere anche il drago Shenron. Goku, ormai solo, affronta nuovamente il Grande Mago Piccolo, sconfiggendolo. Purtroppo prima di morire, questo genera un uovo contenente suo figlio e reincarnazione Piccolo. 

dragon-ball-in-italia-L-e1kbvF

Goku a questo punto tenta il tutto per tutto, recandosi da Dio chiedendogli un favore: difatti Dio dovrà ricreare Shenron, in modo tale da poter resuscitare le vittime del demone. Il Supremo esaudisce la richiesta del giovane e Goku – per sdebitarsi – diviene suo allievo per prepararsi in vista dello scontro con Piccolo. Tre anni dopo i protagonisti si ritrovano sull’Isola Papaya per il 23º Torneo Tenkaichi e anche Piccolo si iscrive al torneo con l’intenzione di vendicare il padre. Nella finale Goku e Piccolo si affrontano in una dura lotta, nella quale il ragazzo riesce a malapena a prevalere. 

dragon-ball-serie-tv-09

Sconfitto Piccolo, Goku mantiene la promessa fatta tempo addietro a Chichi, e di conseguenza i due convolano a nozze, per poi abbandonare l’isola a bordo della fidata nuvola di Goku, la nuvola Speedy.

Sfortunatamente in Italia l’anime ha subito diverse censure e modifiche, che hanno leggermente portato la stessa a differenziarsi da quella giapponese: difatti troviamo scene tagliate, fermi immagine, dialoghi moderati o in alcuni casi cambiati del tutto, e l’aggiunta di voci fuori campo. Ad esempio, spesso quando un personaggio è inquadrato da dietro vengono aggiunte delle voci fuori campo o dei pensieri, oppure durante i dialoghi la sostituzione delle parole “uccidere” e “morire” con termini meno espliciti quali “finire all’altro mondo” o “eliminare”.

Tutti credo che si ricordino della famosissima sigla della serie – senza la quale non iniziava il pomeriggio cartoni su Italia 1 dopo pranzo – che tutti abbiamo imparato a memoria e che cantavamo a squarciagola di fronte alla TV. Noi che tifavamo per Goku e i suoi compagni, affinché l bene trionfasse sempre. 

Bene siamo giunti alla conclusione di questo primo capitolo. Vi do appuntamento a sabato prossimo, Shadow!