Dragon Ball Z: l’Opera Migliore di Toriyama

Dragon Ball Z: l’Opera Migliore di Toriyama

Settembre 15, 2018 0 Di Shadow

Rieccoci qui per proseguire nel nostro viaggio attraverso i cartoni dell’infanzia. Oggi Shadow vi porterà nel fantastico mondo di Dragon Ball Z. 

La serie è stata trasmessa in prima TV dal 26 aprile 1989 fino al 31 gennaio 1996, mentre in Italia è stata messa in onda dal 2 marzo 2000 fino al 4 aprile 2001. 

Gli avvenimenti accadono cinque anni dopo la fine di Dragon Ball. Qui troviamo Goku, ormai ventiquattrenne, diventato padre di un bimbo di quattro anni di nome Gohan. Un giorno Goku viene avvicinato da un essere sconosciuto, il quale presenta anch’esso una coda di scimmia. Esso si rivela come il fratello maggiore di GokuRadish – appartenente ad una razza aliene ormai quasi estinta chiamata Saiyan: questi avevano inviato Goku – il cui vero nome è Kakarot – sulla Terra in modo da conquistarla. L’atterraggio della navicella fu talmente rovinoso che nell’impatto Goku subì un trauma cranico; a seguito di questo evento perse la memoria, finendo per non ricordare minimante la sua vera missione, iniziando una vita da comune terrestre. Radish chiedere a Goku di aiutarlo a sterminare gli abitanti della Terra, ma al rifiuto di quest’ultimo, rapisce Gohan.

A questo punto un’unica cosa da fare potrà salvare Gohan: uccidere Radish. Goku decide quindi di collaborare con Piccolo – suo ex nemico – tenendo fermo il Saiyan nemico in modo che il Namecchano possa colpirlo col suo potentissimo cannone speciale. 

Poco prima di morire, Radish rivela a Piccolo che due suoi compagni Saiyan molto più forti di lui sarebbero giunti sulla Terra per vendicarlo e portare avanti la loro missione. Goku, ormai raggiunto l’aldilà viene contattato da Re Kaio, e sotto la sua guida viene allenato dallo stesso. Un anno dopo  egli viene resuscitato grazie alle sfere del drago in modo tale da poter aiutare i compagni nella battaglia contro Nappa e Vegeta – principe dei Saiyan. Durante lo scontro Piccolo viene ucciso, così come Yamcha, Tenshinhan e Jiaozi: a seguito della morte di Piccolo, le sfere del drago cessano di esistere. Goku, giunto troppo tardi sul campo di battaglia trova i corpi inermi dei suoi amici: con una rabbia incredibile inizia subito ad attaccare i responsabili di tutto ciò, riuscendo facilmente a sconfiggere Nappa. Dopo numerosi scontri, Goku riesce ad ergersi vincitore nei confronti di Vegeta, senza però aver avuto un aiuto da parte di Gohan e di Crilin. 

Su richiesta di Goku, Crilin risparmia la vita di Vegeta, ormai sullo stremo delle forze, e gli permette di fuggire dalla Terra sulla sua navicella. Crilin, durante la battaglia, sente Vegeta menzionare la serie originale di sfere del drago provenienti dal pianeta natale di Piccolo, Namecc: deciso a resuscitare i compagni caduti durante lo scontro, assieme a Bulma e Gohan decide di partire alla volta del pianeta verde, in modo da recuperarle. 

dragonballz-415fe2d0c4cec4950bcae17980d993cd-1200x600

Il superiore di Vegeta, il tiranno galattico Freezer è già arrivato su Namecc, avendo già iniziato la ricerca delle sfere, che – una volta ottenute – utilizzerà per chiedere la vita eterna. Vegeta, ormai guarito decide anch’egli di mettersi alla ricerca per conto suo, finendo per scontrarsi contro gli scagnozzi di Freezer. All’arrivo della Squadra Ginew, banda composta da 5 dei mercenari più forti della galassia, Vegeta decide di allearsi – seppur riluttante – con Gohan e Crilin. Nonostante le forze combinate, i tre vengono subito sconfitti facilmente: fortunatamente in loro soccorso arriva Goku – giunto li dopo un lungo viaggio durante il quale si è sottoposto ad un estenuante allenamento – sconfiggendo facilmente i membri della squadra avversaria. Durante lo scontro con Freezer, Piccolo, Vegeta e Crilin vengono facilmente annientati, scatenando la vera forza di Goku, permettendogli di trasformarsi nel leggendario Super Saiyan. Grazie a questa nuova e potentissima fonte di energia, il tiranno galattico viene facilmente sconfitto. Nel tentativo però, Goku viene coinvolto nell’esplosione di Namecc e ne rimane ucciso. 

s-l300

Passato un anno Goku torna sulla Terra, dove incontra Trunks – futuro figlio di Bulma e Vegeta – che avverte il nostro eroe di una nuova minaccia: un gruppo di androidi arriverà sulla Terra – cercando il Saiyan – in modo da vendicarsi della distruzione dell’esercito del Red Ribbon. Durante questo periodo, un nemico inaspettato sopraggiunge: si tratta di Cell, un androide creato dal Dr. Gelo, in grado di mettere in grave difficoltà i nostri eroi. Il suo scopo è quello di assorbire i due cyborg C-17 e C-18, così da raggiungere la sua “forma perfetta”. Una volta ottenuta, indice un nuovo torneo di arti marziali per decidere il destino della Terra. Dopo estenuanti combattimenti in cui Trunks perde la vita, Goku si sacrifica, facendo esplodere Cell sul pianeta di Re Kaio. Sfortunatamente l’androide verde torna nuovamente sulla Terra, dove viene sconfitto definitivamente da Gohan dopo aver raggiunto il secondo livello di Super Saiyan a seguito della morte del padre. 

800px-autopx-scale-to-width-down.jpg

Sette anni dopo gli avvenimenti, Goku viene resuscitato solamente per un giorno, in modo tale da permettergli di partecipare alla nuova edizione del Torneo Tenkaichi. Qui si trova trascinato in una lotta assieme ai suoi amici e compagni contro un nuovo e potentissimo essere magico chiamato Majin Bu. Dopo numerose battaglie che conducono alla distruzione e ricreazione della Terra, Goku – la cui vita viene ripristinata in modo permanente da Kaioshin il Sommo – riesce finalmente a sconfiggere definitivamente Bu grazie all’aiuto della sfera Genkidama, contenente l’energia di tutti gli essere viventi della Terra. Goku, pochi istanti prima di annientarlo, si augura che Majin Bu rinasca come una persona buona, e dieci anni dopo, durante un altro Torneo Tenkaichi, incontra la sua reincarnazione umana, Ub. Lasciando il match tra di loro incompiuto, Goku parte con Ub per educarlo a diventare il nuovo guardiano della Terra.

dragon-ball-z-poster-buu-vs-super-saiyans

Durante questa serie abbiamo visto diversi combattimenti mozzafiato, ma credo che i più belli siano quelli avvenuti contro Majin Bu, che tutti abbiamo amato fin dal primo momento nella sua versione paffutella rosa. Lui è uno dei pochi cattivi che non smetterò mai di amare, perché chiunque in fondo al suo cuore è buono.

Per oggi è tutto, alla prossima, Shadow!