Élite: il potere ai ricchi? – la nuova serie di Netflix

Élite: il potere ai ricchi? – la nuova serie di Netflix

Ottobre 18, 2018 0 Di Eleven's Eggo

Élite è la nuovissima serie di Netflix che sta spopolando in rete. Il cast, ormai molto popolare, è composto anche da alcuni dei protagonisti de La Casa de Papel, e, se avete presente di cosa sto parlando, avrete anche potuto dedurre che si tratta di una serie di produzione spagnola. Prodotta ed ideata da Carlos Montero e Darío Madrona, Élite conta 8 episodi della durata di circa 50 minuti ciascuno.

Élite Si presenta, da subito, come un misto di teen drama e thriller (aggiungerei anche un po’ di giallo).

Essendo, però, uscita da poco tempo (il 5 ottobre per l’esattezza), cerchiamo di riassumere brevemente la trama e di parlarne evitando i maggiori spoiler.

Una scuola pubblica di un quartiere malfamato crolla. Nessuna vittima, per fortuna, ma i ragazzi sono costretti ad iscriversi in altri istituti. Tre fortunati, però, entreranno in possesso di tre borse di studio, finanziate dal costruttore della scuola crollata in un tentativo di “redimersi” (come sappiamo, è solo un modo per apparire pulito e pentito agli occhi della società).

I tre studenti vincitori, Samuel (Itzan Escamilla), Christian (Miguel Herràn) e Nadia (Mina El Hammani), vengono ammessi in un prestigioso collegio privato, frequentato da ricchi figli di papà, tra cui Guzmàn (Miguel Bernardeau) e Lucrecia (Danna Paola), Polo (Alvaro Rico) e Carla (Ester Exposito), Ander (Aaron Piper) e Marina (Maria Pedraza).

Tutto questo, che assume il ruolo di narrazione principale, non avviene però nel presente. In parallelo, infatti, ci viene raccontata la storia attuale: c’è stato un omicidio e tutti vengono interrogati e, apparentemente, sospettati. Naturalmente, tra i personaggi principali bisogna anche citare Nano (Jaime Lorente), il fratello maggiore (e problematico) di Samuel, e Omar (Omar Ayuso), il fratello maggiore della nostra cara Nadia.

Élite

Non impieghiamo molto a capire chi sia la vittima di questo assassinio (anche perché è l’unico personaggio che non compare negli interrogatori, anche nel trailer), che ci viene direttamente svelata alla fine della prima puntata. Non è infatti la vittima il mistero di questa serie TV, bensì l’assassino. La trama gira attorno a questa scoperta. Ci spiegano le relazioni tra i vari personaggi, nelle nostre menti si attivano dei meccanismi, grazie agli indizi che ci vengono dati, che ci portano a sospettare di alcuni papabili colpevoli. Non dirò chi sia, in questa sede, ma devo dire che è stato proprio un bel colpo di scena!

Tematiche trattate

Quali sono i temi principali che sono emersi in queste puntate? Il tutto si può riassumere con una frase, detta da Christian: “Vi hanno detto talmente tante volte che siete i padroni del mondo, che alla fine ci avete creduto”. Siamo di fronte a due realtà sociali caratterizzate da delle differenze sostanziali. Queste due realtà vengono messe a confronto, quasi in modo da “inquinarsi” a vicenda: si può decidere di combattere questa contaminazione, come fanno all’inizio gli studenti del collegio, o si può assecondare. Pian piano, tutti iniziano a capire che ciò che li differenzia è solamente il conto in banca. Tutti hanno i propri problemi, i propri segreti da custodire, ma alla fine chi è veramente libero? In ogni caso si ritrovano schiavi delle aspettative, della società in cui vivono.

Vengono affrontati diversi temi, tra i quali l’emarginazione dettata dalle possibilità economiche (che avviene all’inizio della serie, in cui i meno abbienti non vengono bene accettati dalla nuova scuola), l’omosessualità, lo spaccio di droga e la necessità di un’informazione maggiore nei confronti della sessualità, e altri ancora.

Per finire, aggiungerei che questa Élite presenta un ritmo abbastanza avvincente e incalzante, forse dettato dalla questione del delitto irrisolto, elemento che riesce a far mantenere una certa tensione lungo tutti gli episodi.

Insomma, assolutamente niente male, non ci resta che attendere il seguito, sperando ne facciano uno! Fateci sapere se avete visto la serie e cosa ne pensate e, come al solito, venite a trovarci su Facebook!

– Eleven’s Eggo