Di avventure io e il Nabbo ne abbiamo avute tante. Come quella volta in cui siamo partiti in sei per la costa azzurra e siamo tornati in cinque. O quella volta in cui l’aereo per Francoforte ha tardato così tanto che abbiamo perso tutte le coincidenze per arrivare a Gessen! Bello avere a che fare con un taxista che parlava solo un tedesco con un accento orrendo e incomprensibilmente molto indiano.

Comunque ora non sono qui per parlarvi di questi viaggi/esperienze… vorrei raccontarvi della magia di Disneyland Paris.
Vi basti sapere che a confronto, il famoso parco divertimenti parigino costa come Gardaland. Il problema è il viaggio, certo! Però, per citare la nostra Walküre,

‘se riusciste – lavoro e studi permettendo – ad essere flessibili potreste trovare ottime offerte’!

Mentirei se vi dicessi che non costa mangiare o non costano i mezzi a Parigi, ma posso assicurarvi che hanno un servizio eccellente. Portano ovunque e sono disponibili diversi orari. Io e il Nabbo abbiamo fatto quattro giorni full avanti e indietro da Parigi – zona Disneyland. Vi assicuro che conviene il giornaliero, ma non siamo mai rimasti senza mezzi in posti sperduti!
Tanti soldi sì, ma con senso.

L’entrata di Disneyland è proprio l’ingresso ad un mondo fantastico e onirico in cui pare che tutto possa diventare realtà! I personaggi dei film d’animazione/cartoni che ci hanno accompagnato dall’infanzia a oggi camminano per le nostre stesse strade, come se fosse la cosa più normale del mondo.

Io e il Nabbo abbiamo avuto la fortuna del doppio parco: Disneyland Paris + Disney Studio. Yup: a tema Marvel!
Essendo il mio compleanno la settimana successiva, ci siamo regalati la cena a tema con i personaggi. Ma andiamo per gradi.

 

Louvre: cinque ore di meraviglia

Arrivati il primo giorno – giovedì – abbiamo deciso di visitare il Louvre – da studentessa di arte il Nabbo non avrebbe potuto farmi regalo migliore! – e ci abbiamo impiegato cinque ore. Senza riuscire a fare tutte le sale. Sì, Richelieu ancora manca. Ma torneremo! Vero, Nabbo? Dopo queste cinque ore piene – e circa 20 chilometri! – abbiamo deciso di tornare verso il nostro alloggio situato alla fermata del treno prima di Disneyland.

[Non mi dilungherò sul Louvre, mi rendo conto che non siete qui per questo!]

 

Cena a tema con personaggi

Dopo aver preso il treno e averci impiegato poco più di mezz’oretta,  siamo riusciti ad arrivare all’alloggio – che, vi ricordo, si trovava alla fermata prima del parco. La casa è carina, si trova in un complesso di piccoli residence situati dentro un hotel. Tutto perfetto, se non fosse che per aprire la porta ci siamo quasi distrutti le mani. Com’era dentro? Beh, sporca, sporca, sporca e ancora sporca! Inoltre la connessione non prendeva e con connessione intendo proprio che non funzionavano nemmeno le chiamate! Altra pecca: nella mail di prenotazione mi aveva scritto di godermi anche la piscina – certo, con 10 gradi proprio stupenda la piscina all’aperto! – ma in realtà la piscina non era per le ‘abitazioni private’, era solamente per gli ospiti dell’hotel!

Insomma, recensione negativissima e via!

Dovete sapere che ho un’amica carissima che lavora al Disneyland Paris Hotel. Ovviamente, prima di partire le ho scritto e lei mi ha consigliato questa particolare cena a tema con personaggi.

Tema? Marvel. 

Cena? Buffet illimitato buonissimo e una bevanda compresa.

Extra? Foto con personaggi.

Insomma noi tre – Io, il Nabbo e Rosy – ci siamo lanciati sul buffet e con ancora la tartina in bocca siamo stati chiamati a fare la foto.

I personaggi scelti per quella sera erano: Captain AmericaVedova NeraThor.  

Divertente e un po’ costosa… ma ne è valsa la pena!

Disney Studio & Disneyland Paris

Sono due parchi totalmente differenti. Disney Studio è forse quello che mi ha emozionata di più da amante del cinema, ma anche l’altro mica scherza!

41741378_10217209250807905_8789038589963927552_n.jpg

Se i Disney Studio hanno poche attrazioni – e ingannatrici! -, possiamo dire che il cuore pulsante di questo parco sono le strutture.

43514622_10217458996171383_8620538261208563712_n.jpg

 

‘Bu, es- tu ici?’ cit.

 

41748611_10217209248327843_1682245158340395008_n.jpg

 

 

41801963_10217209249647876_1319214211582132224_n.jpg

 

41727791_10217209252047936_5072949575984087040_n.jpg

 

 

Disneyland Paris

Disneyland Paris - Wall.e

Spero riconoscerete questi personaggi, perché davvero mi hanno rubato il cuore! Soprattutto gli ultimi due!

 

Beh, in sintesi non penso di potervi raccontare a parole la magia del secondo parco – che poi è quello principale -, ma ci proverò.

Disneyland Paris

 

Musica direttamente dalle nostre colonne sonore preferite – e che conosciamo a memoria, non negatelo! – e poi entra in un fantastico mondo in cui Topolino, Minnie, Pluto, Aurora, Ariel, i Principi… sono tutti tra di noi e passeggiano come se nulla fosse! Occhi aperti ragazzi!

Appena entrati c’è un lunghissimo viale da percorrere – fatelo, ne vale la pena! – per giungere alla fine di tutto a questo.

Disneyland Paris - Castello Bella addormentata

‘So chi sei di tutti i miei sogni il dolce oggetto sei tu. Anche se nei sogni è tutta illusione e nulla più!’ cit.

 

Ebbene sì: è il castello di Aurora, La Bella Addormentata nel Bosco.

Poi c’è la parte di Agrabah in cui troviamo il Genio, Jasmine, Jafar… e tutti i personaggi di Aladdin con le varie scene del film riprodotte in scala.

Disneyland Paris

 

41822452_10217215927774825_8123944753646534656_n.jpg

C’è moltissimo altro in questo parco, ma non voglio spoilerare oltre. L’atmosfera spero di avervela in qualche modo mostrata o fatta almeno vivere in parte. Poi voglio sapere voi cosa ne pensate, eh?

 

-Poison El

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: