H2x1_NSwitch_SuperSmashBrosUltimate_02_image1600w.jpg

Ciao a tutti amici della Family! Anche quest’anno la vostra Lyra è sopravvissuta al Lucca Comics and Games! Come sempre è stato meraviglioso e lo stand di Kingdom Hearts III con la demo… beh vi dico solo che il 29 gennaio non arriverà mai abbastanza in fretta! Purtroppo però bisogno tornare al nostro tran tran quotidiano quindi ho deciso che oggi vi parlerò di qualcosa di carino e “puccioso” – almeno graficamente, così mi tiro su di morale! – e cioè di Super Smash Bros. in corrispondenza del lancio dell’ultima uscita della serie.

Se Super Smash Bros. ha sempre eccelso in party mode grazie all’azione frenetica e alle meccaniche facili da apprendere che la caratterizzano, il franchise ha però spesso faticato a offrire un’esperienza da single-player altrettanto avvincente. Nonostante ogni uscita della serie comprendesse delle solo mode, quella più “solida” sotto questo aspetto è stata per ora Super Smash Bros. Brawl’s Subspace Emissary, essendo un’avventura crossover completa. La volontà di rafforzare questo elemento si evince anche nell’ultima uscita: Super Smash Bros. Ultimate per Switch, che introduce alcune nuove opzioni per giocatore singolo nella forma della Spirit Board e della modalità World of Light e –  da quello che ho visto finora, avendolo provato a Lucca – sembrano essere proprio ciò di cui la serie aveva bisogno per elevare la sua esperienza da solo.

dims.jpeg

Come Subspace Emissary, World of Light è un’avventura per giocatore singolo che unisce il variegato cast del gioco contro la potente entità soprannaturale conosciuta come Galeem. Come abbiamo visto durante l’ultimo Super Smash Bros. Ultimate Direct, la storia inizia con Galeem che scatena un muro di luce che riduce ogni personaggio, con l’eccezione di Kirby, in “Spirito”, un essere che ha perso la sua forma corporea. Come unico sopravvissuto all’assalto spetta all’intrepido Kirby salvare i suoi compagni e porre fine alle macchinazioni di Galeem.

KirbyKirby.png

Nonostante le sue analogie iniziali con Subspace Emissary, World of Light differisce da esso in alcuni punti degni di nota. Nonostante la presenza di cutscene, Nintendo ammette che quest’ultimo non è così story-driven come la modalità avventura di Brawl. Tuttavia, World of Light compensa una narrazione più leggera con una mappa del mondo molto vasto e complesso che presenta percorsi ramificati e dozzine di battaglie a cui prendere parte. Mentre vi fate strada salverete gradualmente gli altri personaggi che si possono giocare liberamente mentre vi dirigete verso lo scontro finale con Galeem.

super-smash-bros-ultimate-world-of-light-cover

Spirit Board è un’altra modalità con cui è possibile “sbloccare gli spiriti”. Infatti, essa è strutturata più come una quest board: sarete in grado di selezionare l’immagine di uno Spirito che vorreste sfidare e competere con un personaggio a tema che è equipaggiato con esso, proprio come faresti in World of Light (anche se senza le trappole presenti nella storyline). La difficoltà di questi incontri è determinata dalla rarità dello Spirito che stai affrontando e possono diventare sorprendentemente difficili – niente spoiler, quindi giocate per scoprire quali sono i più tosti! 😉 .

Grazie all’introduzione degli “Spiriti”, le nuove modalità per giocatore singolo di Super Smash Bros. Ultimate si stanno rivelando le più interessanti della serie. Il gioco verrà lanciato per Nintendo Switch il 7 dicembre con l’introduzione anche di nuovi personaggi e combattenti. Insomma il gioco ideale per prepararsi alle vacanze di Natale!

– Lyra

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: