Ultima recensione per Skam Norge. Con Skam Norge 4ª Stagione si chiude un ciclo che ci ha fatto appassionare alla vita di svariati ragazzi norvegesi. Questa volta tocca a Sana, alla sua religione e alle sue credenze!

Skam Norge 4ª Stagione: Sana

Questa stagione verte su Sana e la sua religione. Le sue credenze sono messe a dura prova quando inizia a provare qualcosa per Yousef, amico di suo fratello, che sfocia in un amore proibito: difatti lui, a differenza della protagonista non è musulmano. Si rivelerà un’amica preziosa per Noora, aiutandola a superare la rottura con William, ma improvvisamente smetterà di parlarle quando questa dimostrerà di provare sentimenti per Yousef. Quando suo fratello e i suoi amici infastidiscono Jonas, Mahdi, Magnus, Even ed Isak, essa si schiererà con questi, pronta ad affrontare le conseguenze. Desiderosa di saperne di più ed entrare nella cultura norvegese, Sana crea un profilo Instagram, le cui ripercussioni ricadranno anche sui suoi amici. Le cose riescono a sistemarsi, una volta spiegata la situazione, e Noora si rivelerà l’amica che ha sempre desiderato. Infatti confessa che l’interessamento provato da essa verso Yousef era una mera strategia per permettere ai due – Sana e Yousef – di coronare il loro amore. A questo punto Sana confessa a sua madre di amare Yousef e finalmente esce in un appuntamento con lui. 

La fine è un nuovo inizio 

L’episodio finale della stagione – e della serie – vede struggersi tutti i personaggi, come la situazione emotiva e finanziaria di Vilde; il desiderio di Chris di provare a se stesso di essere un fidanzato fedele ad Eva; la nuova storia d’amore di Jonas con Emma e la sua vecchia storia con Eva; la lotta interiore di Chris per provare ad esserci per i suoi amici ed essere vista come qualcuno con cui parlare; Even e la sua autostima, nonché la percezione della sua relazione con Isak ed il modo in cui affrontano commenti omofobici; la lotta di William sotto le pressioni di suo padre affinché torni a Londra e le prospettive di Eskild e Linn in un futuro senza Noora, vivendo al kollektiv. Si conclude con una celebrazione a casa di Sana, dove tutti celebrano la loro amicizia e l’amore che hanno dispensato di fronte all’odio rivolto verso di loro.

Temi e rapporti

Speciale è il rapporto che Sana ha creato con Isak: ambedue si sono trovati sempre in difficoltà ad approcciarsi con le persone, poiché Isak è un ragazzo che piano piano scopre ed accetta la sua omosessualità, mentre Sana è una ragazza musulmana catapultata nella società norvegese in cui è giudicata da tutti, anche solo perché portare lo hijab, sua scelta personale.

Il messaggio finale è quello su cui vorrei soffermarmi un secondo. Nonostante la società sia piena di pregiudizi e di fraintendimenti, nonostante la paura che si prova in alcune situazioni, l’amore prevale su tutto. Su questo concetto, a volte fin troppo banale, dovremmo soffermarci di più. Se avete visto tutta la serie, vi ricorderete che nella 1×01 Jonas fa un discorso molto profondo sulla società norvegese, propio come nella 4×10, riprendendo le fila di ciò che è avvenuto in queste quattro stagioni.

Se c’è qualcosa che ho imparato da Skam è che seppur ti possa sentire solo con i tuoi demoni, bistrattato da tutti, quando tutto pensi stia andando per il verso sbagliato, non si è mai realmente soli, poiché ognuno è parte del grande caos. Ciò che mi mancherà saranno i discorsi di Noora, l’amore tra Isak ed Even e la lotta contro l’omofobia, la forza spirituale di Sana e Vilde, la voglia di Chris di aiuta la migliore amica, il rapporto speciale di amicizia fra Jonas ed Isak.

Detto questo, anche Skam Norge

Un abbraccio, Shadow!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: