“Vi presento la prima classe dell’Umbrella Academy!”

“Vi presento la prima classe dell’Umbrella Academy!”

Maggio 17, 2019 2 Di Eleven's Eggo

The Umbrella Academy è una serie tv ideata da Steve Blackman e basata sull’omonimo fumetto di Gerarg Way. Distribuita il 15 febbraio 2019 sulla piattaforma streaming che più adoro, ovvero Netflix, questa serie rientra sicuramente nelle mie preferite del 2019.

Come al solito… Attenzione agli spoiler!

Trama

La storia comincia in un modo che definirei bizzarro:

“Nella dodicesima ora del primo giorno di ottobre del 1989, 43 donne nel mondo partorirono. Il fatto alquanto insolito fu che nessuna di queste donne era incinta all’inizio della giornata. Sir Reginald Hargreeves, un eccentrico e avventuriero miliardario, decise di trovare e adottare quanti più di quei bambini possibile. Ne prese sette.”

Sir Reginald Hargreeves (Colm Feore), che aveva intuito le potenzialità di quei bambini, ne adotta sette e li addestra per farli diventare dei supereroi. Sir Hargreeves, che non può di certo essere eletto padre dell’anno, chiama i suoi figli con dei numeri, dall’1 al 7.

The Umbrella Academy

Numero 1, Luther (Tom Hopper), dotato di super forza; Numero 2, Diego (David Castañeda), che ha la capacità di lanciare oggetti e definirne la traiettoria; Numero 3, Allison (Emmy Raver-Lampman), che grazie alla frase “Ho sentito delle voci…” riesce a far fare alle persone tutto quello che vuole; Numero 4, Klaus (Robert Sheehan), in grado di comunicare coi morti; Numero 5 (Aidan Gallagher), che ha la sorprendente abilità di saltare attraverso lo spazio e il tempo; Numero 6, Ben (Justin H. Min), i cui poteri non ci vengono spiegati fino in fondo, ma capiamo essere in grado di evocare creature da altre dimensioni. Insieme formano la Umbrella Academy e cercano di sventare crimini grazie ai loro poteri.

Umbrella Academy

E Numero 7? La piccola Vanya (Ellen Page) viene definita stra-ordinaria, l’unica che apparentemente non ha alcun potere, come fosse la pecora nera della famiglia. Ignorata e lasciata in disparte da tutti, Vanya cresce pensando di essere inferiore rispetto ai suoi fratelli. Solo alla fine della prima stagione scoprirà di essersi sempre sbagliata di grosso.

Il funerale

Capiamo fin da subito che le strade dei nostri protagonisti si sono da tempo separate e la prima occasione che hanno di rivedersi tutti (o quasi) è il funerale del padre. I rapporti sono tesi. Numero 5 è scomparso da molti tempo e Numero 6/Ben è morto da diversi anni ormai (anche se non ci vengono spiegate le circostanze della sua morte).
È proprio il ritorno di Numero 5 a sconvolgere le loro vite e a metterli di fronte a una realtà molto difficile. Numero 5, infatti, era (letteralmente) balzato nel futuro, un futuro post-apocalittico. I nostri supereroi si troveranno quindi a dover mettere da parte le loro rivalità per un bene superiore.

Tutto questo è accompagnato da alcuni antagonisti coi fiocchi: Cha-Cha (Mary J. Blige) e Hazel (Cameron Britton). Possiamo davvero definirli degli antagonisti? Il loro compito è dare la caccia a Numero 5, poiché si era messo contro la Commissione.

Umbrella Academy

La commissione

La Commissione è un’agenzia che si occupa di tutelare il corso degli eventi… Insomma, alcune cose devono succedere e loro fanno si che avvengano, a qualsiasi costo. Numero 5, invece, cercava proprio di fermare l’apocalisse, un evento che deve rimanere saldo secondo la Commissione.
Non posso non dedicare una piccolissima parentesi alla bellissima Kate Walsh, che interpreta magnificamente una impiegata della Commissione.
L’apocalisse, ahimè, in ogni caso arriva, ed è provocato nientemeno che dai poteri della straordinaria Vanya, che si rivela essere la più potente tra tutti i suoi fratelli.

Umbrella Academy

Commento

Devo dire, però, che mi aspettavo un suo coinvolgimento nel disastro finale, e di certo mi aspettavo che avesse anche lei dei superpoteri. E che poteri!
L’interpretazione di Ellen Page non delude. Passo dopo passo ci ritroviamo nei suoi panni, desiderosi di scoprirci, assieme a lei, molto più che semplicemente ordinari.
Un cast che ho veramente apprezzato e una sceneggiatura intrigante. Non mancano di certo i momenti commuoventi, accompagnati da quella giusta dose di ironia che riesce a tenere lo spettatore incollato allo schermo.

La prima stagione di Umbrella Academy si chiude dunque lasciandoci in sospeso, con una bella domanda: riusciranno, i nostri eroi, a salvare il mondo?

Non ci resta che scoprirlo nella seconda stagione, già annunciata! Voi, amici, che ne pensate? Fatecelo sapere in un commento e venite a trovarci su Facebook e Instagram!

– Eleven’s Eggo