The Flash: Quando il presente cancella il futuro   

The Flash: Quando il presente cancella il futuro  

Maggio 24, 2019 3 Di Poison El

Ormai è evidente quanto siano importanti i viaggi temporali, i “flussi” di universo paralleli – che si creano tornando indietro nel tempo, il più delle volte – e le continue sparizioni/apparizioni con le altre Terre. Questi elementi sono fondamentali, sono ciò che tiene unite le diverse linee narrative all’interno delle stagioni.
Avevo già iniziato a recensire questa serie – non me ne sono scordata – ma arrivata a un certo punto, dovevo prendermi il mio tempo e capire dove volessero andare a parare gli sceneggiatori di The Flash.

Come molti di voi ricordano – in caso qui potrete rinfrescarvi la memoria -, fin da subito non ho apprezzato il personaggio di Nora Allen e in effetti, forse, avevo ragione.
Per quanto abbia avuto le sue ragioni, la piccola velocista si è alleata con Thawre – l’Antiflash –per riuscire a salvare suo padre. Sì, Barry nel futuro è scomparso e da allora Iris non si è più ripresa.
Ha inserito persino un piccolo nanite per bloccare i poteri della ragazza, a sua insaputa.

Lo scontro con un nemico le riattiverà i poteri, distruggendo l’aggeggio che, con l’inganno, le è stato trapiantato.

 

Nora però, molto simile a suo padre in questo, non tornerà solamente per Barry, ma anche per riuscire a fermare Cicada– un Cicada molto diverso dai fumetti.

 

Perché fermare Cicada?

 

Questo villain rappresenta l’unico che Flash non è riuscito a sconfiggere a causa della sua prematura scomparsa.

– TOCCA A XS?

Cominciamo con il dire una cosa: grazie al cielo il Dott.Wells esiste. In ogni sua forma e dimora. Thomas Cavanagh è pazzesco in questi ruoli.

Risultati immagini per the flash 5 sherloque

Per questa stagione gli è toccato interpretare: Sherloque Wells, un investigatore francese di fama universale, che ha alle spalle sette matrimoni – e altrettanti alimenti da pagare. Particolare, intelligente e sveglio, si è rivelato uno dei personaggi migliori.

 

Viene chiamato esclusivamente per aiutare il Team Flash a catturare Cicada, ma alla fine si legherà a ognuno di loro: soprattutto a Cisco(Carlos Valdes), che ha ancora bisogno di colmare quel vuoto assurdo lasciato proprio dal primo Dott Wells.

Nonostante la logline sia chiara, la struttura della quarta stagione rimane fedele a tutte le precedenti: episodi autoconclusivi che devono condurre e accompagnare fino al cliffanger finale – e allo scontro con il cattivo.

La seconda linea narrativa si accosta a Caitlin Snow/Killer Frost (Danielle Panabaker) che continua la ricerca di suo padre.

Come vi avevo anticipato nella scorsa recensione non solo lo trova, ma Icicle(Kyle Secor) tenta anche di ucciderla. È geloso del dono di Caitlin/Frost che ormai sembrano due sorelle dalla loro complicità. Nel corso delle sue indagini – al fianco di Ralph(Hearthly Sawyer). – scopre che sua madre ha sempre saputo dove fosse suo padre e in cosa si stesse trasformando. Un episodio è stato dedicato alla loro riappacificazione, ma Thomas/Icicle è morto per salvare Caitlin/Killer Frost da Cicada. In fin dei conti, come accade spesso in Flash, il cattivo ha sempre la possibilità di redimersi e il Team Flash non smette mai di concedergli quel genere di momento.

Uno dei personaggi meglio sviluppati in questa stagione è proprio Elongated Man/Ralph che, spesso è costretto a mordersi la lingua, ma la metà delle idee geniali del team sono spesso sue.
Interessante anche l’evoluzione di Cecile(Danielle Nicolet) che spesse volte riesce ad aiutare la famiglia con i suoi poteri.

 

E infine, arriviamo a Cisco/Vibe che riesce a creare una cura per i metaumani! E vi sorprenderà sapere che alla fine deciderà proprio di assumerla.

 

Cisco vuole sentirsi speciale in quanto Cisco, non in quanto Vibe.

Di fronte a tali evoluzioni, sono dispiaciuta nel dire che XS non era niente di che. Per quanto sicuramente il suo personaggio non fosse piatto, non è stato abbastanza abile rispetto al resto della crew.
No, nemmeno quando ha usato la Forza della Velocità di Thawne.

– Un villain incredibilmente umano

Sì, la vera sorpresa è stata il nemico: Cicada, interpretato da Crhis Klein. Orlin Dwyer è diverso dai villain incontri da Flash: è umano e la sua storia è legata ancora una volta alla distruzione del satellite che gli ha donato i superpoteri ma ha anche ridotto sua nipote Grace in fin di vita. Molto interessante l’excursus su come lui e Grace si siano ritrovati insieme e infine come Orlin non pensi, nemmeno per un istante, di dover rinunciare a lei. La piccola diventa il centro del suo universo.
Dolcissima la scena in cui costruisce la casa delle bambole per farla giocare.

Barry e gli altri trovano il modo di salvare la bambina proprio grazie al siero sintetizzato da Cisco. Per riportare alla normalità Grace, bisogna viaggiare dentro la sua mente: il suo subconscio non sembra molto intenzionato a collaborare con Nora che cerca di convincerla a risvegliarsi dal sonno, senza molti risultati.
Quanto tutti i tasselli paiono essere al loro posto, giunge il vero colpo di scena: arriva una nuova Cicada dal futuro che uccide Orlin e rapisce Grace.

Si tratta di Grace del futuro, cresciuta con la sete di vendetta dello zio, ormai morto. Sarah CarterCicada donna– non è umana come il primo villan, è vendicativa e arrabbiata. Costantemente arrabbiata.

Non vorrei spoilerarvi altro: vi raccomando di vedere le scene dopo i tioli di coda, mentre lo struggente messaggio di Nora per i suoi genitori da spazio a nuovi cambiamenti – nella Stanza del tempo – a proposito del destino di Barry.

–  Considerazioni finali

Questa stagione, rispetto alle precedenti, ha toni decisamente più cupi: l’idea di perdere Barry non è più solo un’idea e l’alleanza tra sua figlia e colui che gli ha portato via tutto non è solo una supposizione, è successo davvero.
The Flash sta andando sempre più verso una Crisis più acuta e oscura, proprio che aveva già presagito il crossover Arrow-Flash-Supergirl-LOT quest’anno. In vista di questo, la prossima stagione dovrà fare un ulteriore salto qualitativo: soprattutto riflettendo anche sul fatto che Freccia Verde sta finendo e che presto il Velocista dovrà necessariamente prendere il suo posto.

La quarta stagione è una buona stagione, ma c’è da dire una cosa: quando crei una terza stagione così perfetta, con un cattivo così perfetto, diventa tutto troppo difficile.

Vedremo cosa combineranno nella quinta.

E voi? Siete d’accordo? Che ne pensate di questa stagione?

 

-Poison El