The Blackout Club: non ti resta che chiudere gli occhi!

The Blackout Club: non ti resta che chiudere gli occhi!

Agosto 7, 2019 0 Di Lyra

Ciao amici della Family! Anche i gamer vanno in vacanza e dopo una piccola pausa si torna a giocare! Oggi parleremo di una nuova uscita che ho avuto la fortuna di provare: The Blackout Club. Non è un caso che la mia scelta ricada su questo co-op horror in prima persona. In attesa del secondo capitolo di IT al cinema, questo è il videogame perfetto se amate vivere le avventure di un gruppo di teenager che investigano un mostruoso segreto con un pizzico di nostalgia in stile Goonies e horror a palate proprio in concomitanza con la terza stagione di Stranger Things. Il gioco è stato lanciato il 30 luglio ed è disponibile su Steam per PC, PS4 e Xbox One.

The Blackout Club

Ogni notte i cittadini del tranquillo sobborgo di Redacre si aggirano per le strade della città come sonnambuli. Al mattino si svegliano senza ricordare nulla di cosa sia successo o dove siano stati. Tutti tranne alcuni teenager che si risvegliano durante questi “blackout” trovandosi nei boschi che circondano la cittadina o sui binari del treno senza avere idea di come ci siano arrivati. Quando tentano di parlarne con genitori, insegnanti o polizia vengono ignorati o trattati come pazzi, ma dopo la scomparsa di un membro del gruppo decidono di intervenire costi quel che costi. Si forma così il “Blackout Club”.

The Blackout Club

Con sessioni multiplayer drop-in/drop-out per 1-4 giocatori, esplorerete un bellissimo e moderno quartiere pieno di case, boschi e una misteriosa rete sotterranea di tunnel. Le missioni contro un nemico temibile e misterioso sono generate man mano che la trama si evolve e variano a seconda del livello del giocatore e dei progressi ottenuti. Voi e i vostri amici dovrete unirvi per superare le potenti forze schierate contro di voi. Usando gli strumenti più svariati, come droni, registratori, rampini, ecc.,  supererete in astuzia e furbizia gli adulti che vi ostacoleranno per ottenere le prove di ciò che sta realmente accadendo.

La poca varietà e l’occasionale ripetitività nelle missione si dimostra essere però un ostacolo piuttosto importante all’esperienza di gioco. Redacre è una cittadina minuscola, che vi richiederà pochissimo tempo per essere visitata nella sua totalità. Non spicca per un’alta densità di luoghi diversi da esplorare e di nemici da battere. Il vero colpo di genio sarà invece proprio la nemesi del Blackout Club:The Shape, la “minaccia invisibile”. Se non starete attenti e attirerete troppa attenzione su voi stessi, The Shape vi troverà. Il gioco di squadra sarà quindi essenziale per guardarvi le spalle a vicenda: restare uniti sarà l’unico modo per sopravvivere infatti potrete vedere The Shape solo chiudendo gli occhi. Questa meccanica è ciò che rende il gioco innovativo e emozionante proprio perché va contro qualsiasi istinto di sopravvivenza… non vi resta che chiudere gli occhi per “vedere” la minaccia invisibile!