Comics

Swarm: Supereroi super-sconosciuti!

Amici di The Nerd’s Family benvenuti, come vanno le vostre vacanze? Oggi vi parlerò di Swarm! Perché vi chiederete? Ascoltate la mia storia!

Qui da Montegiordano Marina, in Calabria, tutto va bene! Tranquillità, clima stupendo, ottima compagnia e spiaggia stupenda. Insomma, una normalissima vacanza se non fosse per una serie di coincidenze che mi hanno fatto riflettere e oggi ho avuto la risposta, ma andiamo con ordine, vi spiegherò tutto.

Ieri mentre ero spaparanzato sul lettino e ho sentito una signora dietro di noi lamentarsi dal dolore: la povera era stata punta da una vespa. Prestati i primi soccorsi, tutto si è svolto al meglio. La stessa sera, rientrati alla base, abbiamo ricevuto due visite inaspettate: due temibili api grandi quanto un mio pollice. Nonostante il panico generale siamo riusciti ad accompagnare fuori le creature senza ferirle.

Questi due eventi mi hanno portato a interrogarmi e a chiedermi «Ma esiste un personaggio Marvel legato alle api?» La risposta era ovviamente sì.

I miei ricordi mi avevano portato a un episodio della serie animata Spider-Man e i Suoi Fantastici Amici, in questa puntata intitolata proprio Swarm, le origini del super-criminale solo diverse: un meteorite radioattivo cade vicino a un alveare, mutando la colonia d’api fino a renderla desiderosa di creare una grande mente a sciame che controlli tutto l’universo.


Lo sciame quindi prende vita e tra i vari poteri che ha acquisito abbiamo anche l’abilità di far ingigantire le api e di rendere le persone ibridi uomo-ape, devo dire che erano abbastanza inquietanti.


Ma non preoccupatevi: Spider-Man riuscirà a sconfiggere il temibile Swarm e il suo esercito di schiavi apeizzati, rispendendo il meteorite radioattivo nello spazio.

Ora però è anche giusto che vi dia qualche info sulla figura fumettistica di Swarm: è un super-cattivo creato da Bill Mantio e John Byrne, la sua prima comparsa è sul numero 14 di Champions del 1977.

Come dicevo poco fa, l’origine di Swarm è differente da quella rappresentata nella serie, infatti qui abbiamo Fritz Von Meyer, un ex-scienziato tedesco al servizio di Hitler. Riuscito a fuggire in Sud America, Fritz, si dedica all’apicoltura, in particolare a una specie di api molto intelligenti, dalla natura passiva e mutate geneticamente: inizia così una serie di esperimenti per riuscire a controllarle, ma qualcosa va storto e le api lo divorano lasciando solo il suo scheletro. Sembrerebbe finita qui per lo scienziato tedesco, tuttavia la sua mente si fonde con quella dell’alveare dandogli la possibilità di controllarlo, allo stesso tempo però perde la sua singolarità definendosi lui stesso parte dello sciame, quindi: Swarm.

Spero che non incontriate uomini sciame durante le vostre vacanze, ma se doveste trovarvi davanti a qualche ape, cercate di non ucciderla e accompagnatela alla porta.

 

Buona ferie, il vostro Nabbo sotto l’ombrellone!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: