Torna il mondo dei giocattoli che ci accompagnato da quando eravamo bambini. È uscito il 26 giugno in Italia il quarto capitolo della saga nata nel 1995 con Toy Story – il mondo dei giocattoli.
Toy Story 4 è prodotto dalla Pixar Animation Studios e distribuito dalla Walt Disney Pictures.

Volere bene a un bambino e la cosa più nobile che un giocattolo può fare. 

-La trama

Woody, Buzz e i loro amici sono ora i giocattoli di Bonnie, una bambina dolcissima che sta per affrontare il fatidico passaggio: l’inizio della scuola. Tutti i giocattoli sono in fermento ed è questo che dà il via alla trama di Toy Story 4. In particolare, è Woody quello più preoccupato e decide di accompagnarla, nascondendosi nello zaino. Bonnie dimostra di saper gestire la situazione, con qualche piccolo aiuto del cowboy e trova riparo nella propria creatività e immaginazione, costruendosi un piccolo giocattolo nuovo con materiali di scarto. È Forky, una nuova aggiunta al gruppo che non mancherà di creare problemi. Soprattutto durante la vacanza in camper che Bonnie e i suoi genitori hanno deciso di fare.

Oltre a Forky, ci sarà una new entry: Gabby Gabby, una bambola dall’animo dolce e autoritario, tanto tenera quanto inquietante. Così come sono inquietanti i suoi scagnozzi, capitanati da Benson, una sorta di pupazzo – ventriloquo. Saranno loro gli antogonisti dei nostri giocattoli-eroi. 

Tra le novità troveremo un nuovo duo comico ed estremamente goliardico: Bunny Ducky, due peluche in premio al tiro al bersaglio del Luna Park, che sono in attesa di essere vinti.

Insomma, la morale è sempre questa: ogni giocattolo vorrebbe il suo bambino.

Infine, incitabile è il personaggio di Duke Caboom!

Immagine correlata

Duke è uno stuntman motociclista dal look retro che però ha il cuore spezzato a causa di un salto mai concluso – e della maledetta pubblicità che mente ai bambini.

-Curiosità

So che non lo sapevate, ma Duke Caboom nella versione originale vanta la voce di Keanu Reeves. Tom Hanksè Woody e Tim Allen è Buzz Lightyear.

In italiano invece Forky vanta la voce di Luca Delaurenti. Federica de Bortoli è Gabby Gabby.

-Commento

Un film godibile e emozionante, con una trama che fila e che si conclude proprio come dovrebbe essere.
Nonostante però si un bel film d’animazione, non è all’altezza di quelli precedenti. Forse a causa della mancanza di Fabrizio Fizzi, forse perché il quarto capitolo di una storia così lascia sempre l’amaro in bocca.

Perché “l’essere un giocattolo smarrito” è solo un punto di vista alla fine.

Verso l’infinito. E oltre.

 

-Poison El

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: