Shameless – 8ª Season

Shameless – 8ª Season

Novembre 1, 2019 0 Di Shadow

Bentrovati a tutti! Questa settimana recensirò per voi l’8ª stagione di Shameless! Siamo quasi giunti alla fine di questo viaggio, in attesa esca la tanto attesa 9ª! Ma gettiamoci senza ulteriori chiacchiere nella lettura!

I colpi di scena alla Gallagher non sono mancati nemmeno stavolta. Ma dove avevamo lasciato i nostri protagonisti? Monica è morta, lasciando in eredità un’enorme quantità di droga ai figli. Lip, Ian, Carl e Debbie hanno deciso di comune accordo di vendere la loro parte, mentre Fiona, volendosi allontanare dai guai ha nascosto quello che era destinato a lei e Liam nella bara della madre.

Frank è devastato dalla prematura scomparsa dell’amore della sua vita: decide così di rifugiarsi in un monastero; Lip riesce a riconoscere i suoi problemi con l’alcol e inizia un percorso di disintossicazione. Ian, d’altro canto prova qualsiasi mezzo per farsi perdonare da Trevor, collaborando nel rifugio che gestisce; Fiona ha comprato un palazzo per tentare di uscire dalla infelice situazione nella quale ha vissuto una vita. Carl riesce a rimanere fuori dai giri loschi nei quali si era cacciato grazie a una borsa di studio per l’accademia militare, mentre Debbie si è iscritta a una scuola per saldatori in modo da prendere il diploma e garantire una dignitosa vita alla figlia. 

Mai una gioia per i Gallagher

I ragazzi si trovano costretti ad affrontare lo spacciatore di Monica, furioso per la perdita di tantissimi chili di metanfetamina, rivolendo i propri soldi. Uniti come una vera famiglia, decidono di disfarsi dell’ultimo casino causato dalla madre, riesumandone la bara e recuperando la droga nascosta da Fiona. 

Frank è irriconoscibile dopo il ritiro spirituale al quale si è sottoposto. Pare deciso a divenire un uomo migliore, che non ruba, ma si guadagna con merito e fatica lo stipendio. So che sarete scioccati da tutto questo, ma avete letto bene: Frank utilizzerà ciò che ha imparato per circa due settimane. A causa del fallimento della catena di negozi che lo aveva assunto e licenziato, piano piano tornerà alle vecchie abitudini (il peggio lo abbiamo scampato!).

Fiona

Dovrà uscire dapprima da una dura lotta con Ian per la proprietà dell’edifico comprato, successivamente una denuncia da parte di uno degli operai che lavorando al tetto del suo palazzo si è rotto un piede. Conseguenza? Sei milioni di dollari in risarcimento chiesti. Il tutto dovrà essere risolto in piene stile Gallagher, ovviamente! Dal punto di vista amoroso questa stagione non è così disastrosa. La conoscenza di Ford le renderà quel poco di felicità che sino a ora le è mancata.

Ian

Inizialmente sofferente per la morte di Monica, nel giro di pochi episodi si ritroverà a tormentare Fiona per avergli soffiato l’opportunità di acquisto di una vecchia chiesa abbandonata, dove Ian intendeva trasferire il centro accoglienza di Travor, e per finire si impegnerà nell’affrontare i bigotti della chiesa convinti che Dio non ami i gay. Questo però finirà per renderlo venerato da centinaia di persone, definito il “Gesù gay”. Fattosi prendere la mano, farà saltare in aria un furgone, finendo per ottenere un mandato d’arresto. Probabile che questo comportamento sia dovuto alla mancata assunzione delle sue medicine?

Carl

Carl ha perso la borsa di studio e quindi deve trovare un altro modo per pagarsi la retta dell’accademia militare. Finisce così per divenire un disintossicatore. Proprio così, non ho scritto male io. Per un colpo di culo, letterale, si ritrova ad avere a che fare con tossico che rubava nel quartiere e per punizione decide di legarlo in cantina e disintossicarlo. Questo, una volta riuscito a uscirne pulito, lo ripagherà portandogli altri “clienti”. Da qui parte la sua storia d’amore con Kessidy, psicopatica drogata, proveniente da una ricca famiglia che odia con tutta sé stessa. La serie aveva effettivamente il bisogno di un personaggio come lei, dopo che la maggior parte è rinsavita. Quando finisce l’estate, lega Carl al letto in modo da impedirgli di abbandonarla. Con uno stratagemma il ragazzo riesce a liberarsi, salendo sul bus che lo porterà a scuola, abbandonando a casa la sua nuova mogliettina. 

Lip

Decisamente il percorso migliore fra tutti! Una volta pulito fa di tutto per tenersi alla larga dall’alcool. Nonostante i geni che scorrono in lui, ci riesce alla grande, pur dovendo affrontare i problemi del suo sponsor, la morte del prof a cui più di tutti era legato e i diversi drammi d’amore 

con la sua ex fiamma Sierra. Nella season finale i due hanno un riavvicinamento, pur tuttavia capendo che il primo non è veramente interessato alla ragazza. La fissazione era dovuta unicamente alla sua incapacità di affrontare la sua situazione a 360°. Il modo in cui Lip l’abbandona completa il suo processo di disintossicazione.

Debbie

Cambiata rispetto alle stagioni precedenti, è divenuta una donna forte e indipendente. Quello che vuole fare è provare a creare un futuro per la bimba che sta crescendo da sola. Il DNA però non mente, e questo la porterà a perdere tre dita del piede in un incidente durante un turno di lavoro come saldatrice non in regola. Il modo in cui affronta il ritorno di Derek (padre di Frannie) ci fornisce un più ampio quadro della crescita esponenziale in lei avvenuta. Unica pecca si presenta quando si droga con degli amici, lasciando la piccola in auto.. ma non preoccupatevi, infine è una Gallagher!

Liam

Devo dire che questo piccolo ha un carattere niente male: per tutto il corso della stagione cerca di aiutare Frank nei suoi loschi giri, ma alla fine lo incastrerà, lasciandolo letteralmente nel fango (immaginate l’espressione colorita di riferimento).

E voi cosa ne pensate di questa stagione? Vi è piaciuta o la avete trovata noiosa? Ci vediamo prossimamente con l’ultima serie (per ora) recensibile! Un saluto, Shadow!