Bentornati a tutti! Oggi vi porto la recensione della seconda stagione di 9-1-1, poliziesco creato dalla geniale mente di Ryan Murphy, della quale vi ho già portato la prima (che potete recuperare qui). Senza perderci troppo in chiacchiere, partiamo subito!

What’s New? 

Composta da 18 episodi (8 in più rispetto alla precedente), vediamo due new entry importanti. La prima è Maddie (Jennifer Love Hewitt), sorella di Buck, che giunge a Los Angeles per fuggire dal marito violento e possessivo, nonché infermiera. Nella caserma 118 arriva un nuovo pompiere (e paramedico) in prova, Eddie Diaz (Ryan Guzman), padre single con un figlio disabile. Dopo la morte della moglie (avvenuta dopo un riavvicinamento della stessa ai due), dovrà crescerlo da solo.

Maddie riuscirà a ottenere un posto fisso nel centralino del 9-1-1, andando a sostituire l’ormai dipartita Abby. 

Accadrà di tutto: le prime puntate si incentrano sulla squadra alle prese con un violento terremoto, di magnitudo 7.1, che metterà la città in crisi. Avremo la love story fra Maddie e Chimney, travagliata per il burrascoso passato che la prima ha passato e che tornerà a bussare più prepotentemente che mai. Il tutto si risolverà con la morte dell’ex marito, proprio per mano della donna che aveva sempre giurato di amare. 

Serietà e non solo: una seconda stagione di 9-1-1 scoppiettante!

L’aspetto più irriverente della serie sono gli assurdi e incredibili interventi in cui i soccorritori sono convolati. Tutte le chiamate mostrate nella sere sono tratte dalla realtà, come affermato dagli autori. Vedere incidenti così strambi è spassoso, sia per la stramberia degli eventi mostrati, sia per il pensiero che siano realmente accaduti. Anche l’aspetto umano e le relazioni interpersonali tra i protagonisti sono importanti per la riuscita di una buona serie. In particolare abbiamo la relazione fra Bobby e Athena, ambedue restii nell’intraprendere una nuova storia per i loro trascorsi non troppo felici, e lo stato emotivo di Buck. Riguardo quest’ultimo, ha sempre avuto la funzione di intermezzo comico tra un drammatico intervento e l’altro. È stato un bene che gli sceneggiatori non abbiano eccessivamente drammatizzato la fine della relazione con Abby. Non abbiamo uno zombie che piange disperatamente l’assenza dell’amata, ma un ragazzo che nonostante tutto cerca di andare avanti. Questa evoluzione fa prendere alla seconda stagione di 9-1-1 una piega decisamente positiva!

Bobby e Athena

In questa seconda stagione di 9-1-1, nonostante non ci venga mostrato il fiorire della loro relazione, i due hanno uno sviluppo enorme dal lato sentimentale. Dopo un giro di boa superato grazie all’inaspettato aiuto dell’ex marito di Athena, iniziano piano piano a fare tutta una serie di azioni che solitamente una coppia affiatata compie. La ferita traumatica per la fine del suo matrimonio è ancora fresca e il sergente di ferro ammette di avere paura nel rendere la storia segreta, cercando di evitare di soffrire ancora, proteggendo il suo cuore dal rischio di una nuova rottura. 

Allo stesso modo Bobby, che è stato infelice a lungo, ha il bisogno di mostrare i suoi sentimenti. È quindi comprensibile che sia disposto a lasciarla nel momento in cui si accorga che questi non siano corrisposti. 

Bene siamo giunti alla conclusione anche oggi. Siete pronti per la programmazione di dicembre? Ci immergeremo in serie TV, nuove e vecchie, per un’analisi approfondita delle stesse, in modo che possa convincerci a vederle se non lo aveste ancora fatto. Nel caso contrario, potrete vedere se i miei pensieri coincidano con i vostri! Un saluto, Shadow!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: