Xayah la Ribelle e Rakan l’Ammaliatore

Xayah la Ribelle e Rakan l’Ammaliatore

Febbraio 18, 2020 1 Di rainbowumi
Benvenuto Evocatore alla nuova rubrica della Family: League of Legends e i suoi segreti vi verranno svelati come mai nessuno aveva fatto prima d’ora!
In particolare modo, oggi parleremo di due champ molto popolari: Xayah la Ribelle e Rakan l’Ammaliatore. Il loro cinematic è stato rilasciato nell’aprile 2017, ormai tre anni fa, ma sono champ ancora parecchio utilizzati.
Xayah e Rakan hanno rappresentato due novità non poco indifferenti nel mondo di League of Legends: per la prima volta sono stati rilasciati due champions nello stesso mento, ufficialmente fidanzati fra di loro, ed è stato dato un nome a un’intera specie che racchiude vari champ anche piuttosto vecchi, i Vastaya.

I Vastaya sono un incrocio fra umani e Vastayashai’rei e sono divisi in diverse tribù, ognuna con caratteristiche differenti sia nell’aspetto che nei poteri (per esempio, Nami fa parte dei Marai). Xayah e Rakan sono Lothan. Quello che li unisce tutti è la magia: sono creature strettamente legate alla magia, per loro è come per noi l’ossigeno, è vita.


Xayah e Rakan hanno due storie molto diverse.

Del passato di Rakan si sa molto poco: quello che sappiamo è che è il miglior guerriero ballerino e che ha deciso di staccarsi dalla sua famiglia per vagabondare nel mondo e intrattenere gli abitanti con i suoi canti e le sue danze ammalianti. Tutti, a Runeterra, conoscono il nome di Rakan e quando arriva in città è una festa che finisce solo quando se ne va. Il suo carattere è infatti molto solare, esibizionista, un po’ narciso, ma è anche molto coraggioso.
Xayah ha invece una storia un po’ più travagliata. È stata cresciuta insieme ai racconti di suo padre, sul loro mondo e di come è stato rubato dagli umani. Così, un giorno, una piccola Xayah decise di andare a parlare con gli umani per trattare e farsi ridare almeno parte delle loro terre, ma quello che incontrò fu solo astio e paura da parte degli umani. Tornò a casa, ma solo per scoprire che tutta la sua tribù era sparita, padre compreso, e il loro tempio era stato intaccato da magia nera. Xayah lo distrusse e liberò la magia che vi era intrappolata, ora poteva tornare a popolare le terre vastayane. Questo segnò molto la ragazza, divenne cupa, sanguinosa, determinata, e soprattutto diffidente degli umani. Xayah iniziò dunque a girare Ionia e liberare i vari templi corrotti, e in una di queste sue missioni incontrò Rakan.
Lei doveva recuperare un artefatto magico, lui si stava esibendo su un palco, gli umani distratti ad ammirarlo. Xayah riuscì facilmente a infiltrarsi e prendersi ciò che di diritto apparteneva alla sua razza. Xayah considerava i sentimenti una distrazione, e tentò di dimenticare la faccia e il nome del giovane, che però continuavano a tornarle in testa. Fu colta di sorpresa e attaccata da una banda di briganti; non era certo impreparata, ma apparve Rakan ad aiutarla. Aveva deciso di seguirla, poiché aveva notato della curiosità nei suoi confronti ma lei non si era fatta avanti! E adesso gli diceva di non avere bisogno del suo aiuto, ma a lui non importava. Xayah si rise conto di quanto strano, ma efficace, fosse Rakan in combattimento: le rendeva la vita più semplice.
Da quel momento in poi i due non si sono più separati, anche se ci hanno messo qualche tempo ad abituarsi l’uno all’altra, e ora sono del tutto inseparabili.

E per quanto riguarda il game?

Il loro gameplay rispecchia perfettamente la storia: da soli sono forti, ma insieme sono imbattibili ed estremamente divertenti. Le loro interazioni ti tengono incollato allo schermo e l’accoppiata tiratore/supporto è la scelta migliore che il team della Riot potesse fare.
Beh, che cosa state aspettando? Fatemi sapere nei commenti se giocate questi champ e su quale volete che sia la prossima backstory! 
Xoxo, Rainbow Umi