Amici di The Nerd’s Family benvenuti in questo #Venerdìheroes: io sono Iron Man! Oggi andremo a parlare di uno dei più importanti e famosi supereroi della Marvel, ovvero: Iron Man. Un personaggio che ha un seguito enorme, soprattutto grazie alla fantastica prestazione di Robert Downey Jr che è riuscito a dare fama a un supereroe complesso, complicato e profondo.

La nascita fumettistica è dovuta a un quartetto davvero notevole: sceneggiato da Stan Lee e suo fratello Larry Lieber e disegnato da Don Heck e Jack Kirby. La sua prima comparsa nel volume Tales of Suspense n. 39 del 1963. Lo vediamo raffigurato sulla copertina con un design che è stato ripreso egregiamente anche nel primo film di Iron Man del 2008.

La genesi fumettistica è molto simile a quella del film, cambiano le ambientazioni e l’epoca, infatti Tony Stark è stata rapito in Vietnam.
Dove invece di eseguire gli ordini dei suoi carcerieri costruirà la sua prima armatura e il resto è storia.
Sono diverse le saghe che rendono Iron Man un personaggio interessante, tra le più famose possiamo citare: Civil War.
Uno scontro morale, burocratico e brutale tra due fazioni guidate da Capitan America e Iron Man.
Libertà o sicurezza? l’Atto di Registrazione dei Superumani costringe qualsiasi individuo dotato di superpoteri a rivelare le loro identità allo stato e agire come agenti governativi con licenza.

Una delle particolarità di questo supereroe è la sua debolezza da uomo, la sua fragilità che viene spesso mascherata da una esagerata sbruffonaggine, questo aspetto è ciò che rende Iron Man un eroe molto significativo, in particolare il suo periodo da alcolista rende molto bene l’idea.
La maggior parte di noi è ancora scossa dalla morte cinematografica del nostro caro supereroe, un personaggio che ha avuto sulle spalle MCU per dieci anni:


“Io sono Iron Man”

Ora andiamo a vedere assieme la sua carta d’identità!

Dal vostro amichevole Nabbo in quarantena è tutto, alla prossima!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: