copertina RaphaelL’intreccio di tre storie è il pilastro sul quale si costruisce l’intera impalcatura di questo romanzo, che non è storico e nemmeno giallo. O meglio, Raphael è entrambe le cose; riesce a fondere i generi e creare una narrazione affascinante proprio perché ricco di suggestioni diverse.

Le storie che si avvicendano tra le sue pagine sono lontane tra loro, ma le unisce una misteriosa e temibile setta di assassini e soprattutto un prezioso dipinto, un Raffaello dalla forte potenza iconografica che arrivò fin nelle mani del Gran Mogol, nelle remote regioni dell’impero indiano. Ai nostri giorni, due giovani saranno coinvolti, loro malgrado, in un atroce delitto e verranno invischiati nelle trame di queste storie antiche. La voglia di fare giustizia li porterà a scoprire segreti nascosti da secoli, a volte sepolti in archivi polverosi, altre in luoghi impensabili. Questo non servirà solo a fare chiarezza su un passato misterioso e a volte tragico, ma anche a scoprire delle verità più profonde. I protagonisti toccheranno con mano il pericolo di lasciare il mondo cadere preda di fanatismi.

Raphael è la prima prova romanzesca di Giuliano Pisani, classicista e storico dell’arte. La ricchezza di elementi artistici, storici, filologici ben padroneggiati conferisce una marcia in più al testo. La narrazione scorre fluente, avvince il lettore e lo affascina, accentuando la suspense grazie alla costruzione alternata dei diversi intrecci. Tanti tasselli compongono la storia, sparsi e poi riassemblati, seminando indizi per il lettore attento, ma senza svelare più del necessario.

La trama poliziesca funziona, ma forse avrebbe beneficiato di qualche complicazione in più. E lo stesso si potrebbe dire della storia d’amore tra i due giovani, Giulio e Catherine, un po’ troppo lineare. Ma questi aspetti sono ampiamente compensati dalla ricostruzione storica, i cui suggestivi dettagli ridanno vita a un’epoca forse poco conosciuta e a personaggi incredibilmente illuminati.

 

Giuliano Pisani, Raphael, GM.libri, Milano 2019, p. 302, 16€

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: