Il 3 marzo scorso, ScyFi ha dato una terribile notizia: l’ultima stagione di The Magicians sarà la quinta. Molti hanno pensato che così facendo non si sarebbe potuto dare la degna conclusione: così, invece, non è stato. 

Alla fine della quarta stagione avevamo visto l’estremo sacrificio di Quentin (Jason Ralph) cosicché i suoi compagni potessero sopravvivere. La scena finale dove i protagonisti omaggiano il caduto Q attorno a un fuoco intonando Take On Me degli a-ha ha toccato il cuore a milioni di fan. Molti si sono chiesti come The Magicians sarebbe potuta sopravvivere senza il suo protagonista, colui che ha dato origine a tutto. 

Un Dolore Pervasivo

L’inizio è approssimativo: è passato un mese da quando Quentin è morto e i personaggi affrontano la perdita ognuno a modo suo. Il sacrificio dell’amico incombe su tutti, come una spada di Damocle. Il dolore che provano è stato un aiuto essenziale per le ricerche compiute durante questa ultima stagione. In alcuni casi si è rivelato imbarazzante, mentre in altri – specialmente per quanto riguarda Eliot – non è stato vano. Gli sceneggiatori hanno trovato valide realtà in cui la morte del nostro eroe ha portato cambiamenti e dato spessore ai personaggi. 

L’ultima stagione di The Magicians

Nel mentre il mondo trabocca di magia, con la minaccia di un evento catastrofico che potrebbe essere più o meno imminente. Julia (Stella Maeve) si sforza per utilizzare il suo dono nel miglio modo possibile. Contro ogni aspettativa si fidanza con Penny (Arjun Gupta): chi se lo sarebbe mai aspettato? 

Nel frattempo Alice (Olivia Taylor Dudley) è in lutto ed è sola, a casa di sua madre. Cercherà in ogni modo di riportarlo in vita. Ci riuscirà? Se c’è un duo che brilla veramente sin da subito, quelli sono Eliot (Hale Appleman) e Margo (Summer Bishil). Tornato ufficialmente alla ribalta, sia come spalle che come coppia, li vediamo alle prese con il Re Oscuro in una Fillory futuristica, precisamente di 300 anni. Infine vediamo Josh (Trevor Einhorn) e Fen (Brittany Curran) assieme, ma questa è un’altra storia…

Una serie fenomenale

Nemmeno l’ultima stagione di The Magicians si è smentita. Quando pensi di aver visto di tutto, boom, ti si presentano davanti situazioni al limite dell’impossibile. L’uscita di scena di Quentin si sente. Questo spettacolo, che ha sempre portato le brutali realtà dell’età adulta – depressione, dolore, frustrazione – li ripropone in chiavi differenti. La storia, dopotutto, passa anche da lui. Ci sono nuove ricerche, nuovi misteri, nuovi cattivi. E capiamo rapidamente che l’eroe che abbiamo perso non è mai stato l’unico eroe di questa storia.

 

L’ultima stagione di The Magicians: Conclusioni

Difficile non concordare sul fatto che abbiamo avuto la degna conclusione dell’ultima stagione di The Magicians. In particolare, l’ultimo episodio Fillory and Further ne è stato un esempio lampante. Nulla è stato lasciato al caso e i nostri eroi hanno trovato il lieto fine che si meritano. Margo è divenuta sovrana della Nuova Fillory, mentre Eliot è entrato a far parte del corpo insegnante, instaurando una storia con Charlton. Nel frattempo Penny fa il “mammo”, con Julia intenta a cercare Alice, Josh e Fen, dispersi chissà dove. Il Decano Fogg riacquisisce il suo ruolo di leader a Breakbills, assieme al suo nuovissimo compagno gatto. L’animale standogli accanto riesce ad assorbire la pazzia che si è impadronita del capo della scuola di magia, in modo tale da renderlo lucido.

Kady è divenuta capo delle Streghe Oscure, prendendosene cura, evitando che esse si caccino nei guai. Infine il Re Oscuro non è morto, ma è ospite eterno della sorella, Jane Chatwin, nella sua casa fuori dal tempo.

Con questo si conclude la nostra avventura nelle terre incantante, dove abbiamo sognato e sofferto assieme ai personaggi. E voi cosa ne pensate di questa quinta stagione? Pensate che avrebbero potuto fare di più? Vi lascio i precedenti articoli sulla serie, così da poter rinfrescarvi la memoria!

Con questo è tutto, un saluto, Shadow!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: