Chi di voi è fan dell’Eurovision Song Contest è rimasto orfano quest’anno, causa COVID-19, della competizione canora più importante in Europa. Non preoccupatevi però: Netflix arriva in nostro soccorso con un interessante film. Ecco a voi: Eurovision Song Contest – La Storia dei Fire Saga!

Disponibile dal 26 giugno sulla piattaforma streaming più famosa al mondo, è diretto da David Dobkin, già conosciuto per The Judge e 2 Single a Nozze. Proprio da questo trae i due protagonisti: Will Ferrel (Lars) e Rachel McAdams (Sigrit). 

Trama

Lars Eickssong ha un sogno fin da piccolo: partecipare all’Eurovision Song Contest e vincerlo. Ormai quarantenne, la sua musica non ha mai varcato i confini Islandesi. È conosciuto a Húsavík, in cui è conosciuto per i modi goffi e il suo stravagante abbigliamento. Assieme all’amica d’infanzia Sigrit ha fondato i Fire Saga, con cui si esibisce in piccoli locali.

Vuoi la fortuna, vuoi che gli altri candidati sono saltati in aria (letteralmente), vengono scelti come rappresentanti per l’Islanda. Nessuno però scommette su di loro, prevedendo una sonora batosta. Dopo una serie di tragicomici eventi, scopriranno veramente quale è la loro aspettativa dalla vita. Riusciranno a conquistare i fan più accaniti?

Possiamo certamente inserire questo film in due grandi macro categorie: la prima è la commedia musicale (per ovvi motivi), mentre la seconda è la commedia romantica. Sigrit e Lars sono agli antipodi: lei è bella, dolce con una voce angelica. Dopo sole poche note il pubblico rimane senza fiato. Lui è goffo, impacciato, sguaiato, decisamente non un adone come Alexander Lemtov (rappresentante della Russia) e le doti canore lasciano a desiderare. 

L’Eurovision Song Contest: cos’è?

Due parole le spendo per chi non conoscesse l’Eurovision: è un palcoscenico per la musica pop europea, con un aspetto scenografico importante, volto a caratterizzare ogni singola canzone. Inizialmente pensato come gara singola, dal 2004 al 2007 è stata introdotta una semifinale, in modo da poter scremare i partecipanti prima del Gran Finale. Dal 2008, invece, le semifinali sono divenute due, per andare incontro ai sempre più numerosi paesi partecipanti (in media 40 l’anno). 

Inoltre da qualche anno a questa parte sono comparsi i Big Five: cinque paesi che hanno diritto alla qualifica automatica alla finalissima, avendo finanziato più volte la realizzazione dell’evento. Italia, Spagna, Francia, Germania e Regno Unito. Non solo: anche il paese vincitore dell’anno precedente ha il diritto alla finalissima. 

Il cast è di tutto rispetto: abbiamo Demi Lovato nei panni di Katiana, altra aspirante candidata alla rappresentanza dell’Islanda. Melissanthi Mahut è Mita Xenakis, concorrente greca dalla voce e movenze sensuali; Dan Stevens invece, è Alexander Lemtov, sopracitato. Non solo: abbiamo un sing-a-long costellato da star dell’Eurovision. Scopriamo insieme quali! John Ludvig, Anna Odobescu, Bilal Hassani, Loreen, Jessy Matador, Alexander Rybak, Jamala, Elina Nechayeva, Conchita Wurst, Netta Barzilai e Salvador Sobral. Alcuni sono fra i più famosi vincitori, mentre altri hanno raggiunto il successo proprio grazie alla competizione!

Che dire: un film geniale, comico, a tratti commovente che riesce ad intrattenere grandi e piccoli. E voi lo avete già visto? Fatemi sapere cosa ne pensate! Per ora è tutto, un saluto, Shadow!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: