The Ones – La Profezia dei Prescelti: il nuovo adult fantasy di Veronica Roth

The Ones – La Profezia dei Prescelti: il nuovo adult fantasy di Veronica Roth

Luglio 21, 2020 0 Di Poison El

Veronica Roth torna, dopo le serie di Divergent e di Carve the Mark (I predestinati e Il destino divide). Una nuova e appassionante avventura si prospetta tra le pagine intrise di magia.
Stavolta è il turno di The Ones – La profezia dei Prescelti.

The Ones - La Profezia dei Prescelti

The Ones – La Profezia dei Prescelti

Chicago, siamo in un mondo in cui la magia è reale e l’Oscuro ha portato panico e caos. Alcuni ragazzi, i cosiddetti prescelti, hanno scongiurato eventi catastrofici capaci di radere al suolo città intere e spezzare migliaia di vite innocenti.
Una profezia li ha scelti come gli unici in grado di fermare l’oscurità: loro sono Sloane Andrews, Ester Park, Albert Summer, Ines Mejia e Matthew Weekes.

Prelevati dalle loro case da un’agenzia governativa che si occupa di controllare il paranormale e sono state sottoposte a un training durissimo e gli è stato insegnato l’utilizzo della magia. La lotta con l’Oscuro prosegue da anni. Alla fine, la battaglia è stata vinta e un monumento commemorativo può essere eretto. Il mondo può tornare alla normalità. Tutti possono tornare alla normalità. Tutti tranne i Prescelti. Quando però uno di loro viene a mancare, i rimanenti si riuniscono e comprendono di aver fatto un tremendo errore: hanno sottovalutato l’Oscuro. Il suo piano non è stato compreso da nessuno: né dall’Agenzia, né dagli ultimi quattro.

Sloane  è la nostra eroina e sta ancora cercando di rimettere insieme i pezzi di se stessa, distrutti dall’ultima guerra. Veronica Roth parla attraverso i loro traumi, i loro punti di vista, per inserire lo stress post traumatico. Vicende che hanno dovuto affrontare, che non riescono a superare, nonostante siano passato 10 anni. 

Il libro è cosparso di documenti relativi a Sloane: articoli accademici, interviste, rapporti falsi di intelligence su cui è riuscita a mettere le mani.
Ai lettori dà l’impressione di trovarsi all’interno uno di uno dei magici portati dell’Oscuro. Noi non vediamo leggere direttamente questi documenti: ci invita a ricostruire il suo stato d’animo. Il suo approccio è di scavare all’interno di Sloane, del suo passato, ma come spettatori: siamo a debita distanza. Non è un caso che Sloane cominci The Ones – La profezia dei prescelti riprendendosi violentemente dalla domanda della sua relazione con l’Oscuro: l’intera storia sta cercando di rispondere. Una questione a cui la giovane eroina non vuole rispondere, ma è proprio la risposta che le permetterà di salvare nuovamente il mondo.

View this post on Instagram

First, some Event Business: the 92nd St Y event that was originally scheduled for tonight had to be postponed. I'll have a new date for you ASAP, and I'm sorry for the late notice! Things are a bit wild right now for everyone.* * So, all my first books are blue. Isn't that odd? I don't mind it, and it's certainly not a surprise to me, but this photo made me laugh a little.* * Awhile back, I wrote about "thesis statements," those moments in writing when I realize what the whole story is about for me. Looking at these, maybe it's more accurate to say that these are moments when I realize what a whole character is about for me. Their whole arc. * * For Tris, it's her struggle between what she was raised to believe and who she is. Ultimately, I'd say she discovers the two are not actually at odds at all. But "I am selfish. I am brave," that's her first moment of articulating the contrast. Cyra, meanwhile, is unlearning the things that she was taught to believe about herself ("a hot poker. A rusty nail."). I realized that right here, in this line, in the rough draft, and shaped her path toward taking responsibility and stepping outside herself accordingly. * * And for Sloane, well. Sloane used to believe in something. In the world. But this line shows how the world has let her down. She can't be its hero anymore. So what can she be instead?* * I was just thinking about these three women, my main gals, and wanted to share. Writing is about discovery as much as declaration. You put something down and suddenly you know what you're trying to say. 💙 #chosenones #divergent #divergentseries #carvethemark #trisprior #cyranoavek #sloaneandrews #authorsofinstagram #veronicaroth #writing #writersofinstagram #books #bookquotes

A post shared by veronica roth (@vrothbooks) on

Commento

The Ones – La profezia dei prescelti è un romanzo con violenti suprematisti, che si presentando come cattivi principalmente per essere presi a pugni da Sloane. Un ribaltamento dei ruoli, una lotta razziale che affonda le sue radici nella disuguaglianza che ancora oggi vive ed è attuale.

Sloane è un personaggio forte da incarnare un messaggio intenso, attuale, vero. Tanto da condurti fino in fondo, per farti desiderare di continuare con lei e di accompagnarla fino alla fine della sua avventura. Nonostante i suoi pezzi, forse, non si rincontreranno mai.

Accanto a Sloane, alla sua freddezza, al suo tentativo di andare avanti, c’è il personaggio di Matthew Weekes. Un capo, bello, affascinante, amato da tutti. E fin dall’inizio ci viene quasi mostrato come perfetto: empatico, presente, legato ai suoi amici. È un personaggio che stravolge i soliti canoni dell’eroe amato: è un ragazzo di colore che rappresenta la tematica sociale che ancora oggi stiamo vivendo.

Un adult novel con un messaggio enorme e un mondo tutto da scoprire. Oggi esce per Mondadori. Scopriamo in che modo i Prescelti metteranno fine all’Oscuro.