Raised by Wolves – potrebbe essere la serie più originale dell’anno. Ridley Scott ancora una volta ci stupisce, portando sullo schermo un concetto di fantascienza intellettuale.

Raised by Wolves

Prodotto dal regista di Blade Runner e Alien, Ridley Scott ci stupisce ancora, dirigendo i primi episodi. Irregolare in alcuni punti, durante la premiere ha detto così poco eppure ha mostrato un così vasto mondo che è difficile immaginare dove possa arrivare e come possa concludersi.

Creato da Aaron Guzikowski – famoso già per The Red Road – idea una serie scifi con una trama complessa, ma allo stesso tempo molto attuale.

È difficile sfuggire agli echi del mondo reale degli esseri umani costretti a stabilire colonie oltre la Terra, avendo rovinato il pianeta non a causa dei cambiamenti climatici quanto del tribalismo sfrenato e della guerra tra credenti e atei. In questo caso iniziamo con gli sfori degli atei, che hanno inviato una coppia di androidi – noti come Madre (Amanda Collin) e Padre (Abubakar Salim) – sul pianeta abitabile Kepler-22b con un numero di embrioni fecondati. Bisogna far nascere e allevare i bambini per contribuire a gettare le basi per la sopravvivenza dell’umanità.

 

Come ogni serie sci-fi che si rispetti, le condizioni sono dure, piene di colpi di scena. Inoltre, una nave entra

nell’orbita che è fondamentalmente un’arca popolata dai credenti, sollevando lo spettro che le ostilità iniziate

sulla Terra seguiranno l’umanità nello spazio.

Per gli appassionati di Blade Runner, Ex-Machina (con Alicia Vikander) e Alien sarà forse la serie evento,

quella che aspettavano da sempre.

 

Il cast include Travis Fimmel – mi manchi tantissimo Ragnar Lothbrok – come guerriero a bordo di un’altra

nave.

 

Un design visivamente accattivante, un look che supera alcuni effetti speciali, tanto da non essere sottotono o di minor qualità. Una storia che ci trascinerà nei suoi colpi di scena.

Conta 10 episodi.

 

 

Raised by Wolves è della HBO Max.

 

 

Quando penso a Raised By Wolves, penso all’arte: l’arte nel creare una storyline accattivante;

l’arte nel realizzare una scenografia, degli effetti speciali e una fotografia davvero fuori da questo mondo; l’arte nelle performance dei nostri attori nel dare vita a questi memorabili personaggi; e l’arte legata all’operato

leggendario di Ridley Scott, e a quello di Aaron Guzikowski e della nostra

crew” ha affermato Sarah Aubrey, a capo di HBO Max “Questa incredibile serie riesce ad amalgamare alla perfezione i caratteristici tratti horror e sci-fi

di Ridley Scott, offrendo ai fan una delle storyline più originali che possano aver visto negli ultimi tempi. Non vedo l’ora di scoprire cosa

ci riserverà la seconda stagione“.




Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: