La spada della verità: addio a Terry Goodkind

La spada della verità: addio a Terry Goodkind

Settembre 28, 2020 0 Di Dubhe

Buon pomeriggio a tutti, membri della family. Sono ancora io, Dubhe, che torno a importunarvi. L’ultima volta ci siamo letti per la recensione di Mai stati così felici, ma di certo mi ricorderete anche per quelle di Falce, Shatter me e La seconda moglie. Oggi, però, vi parlerò di qualcosa di molto triste, che ha sconvolto me e tanti altri appassionati di lettura e soprattutto di fantasy. Terry Goodkind, autore de La spada della verità, ci ha lasciati.

 

Terry Goodkind: autore de La spada della verità

Ebbene sì, giovedì 17 settembre ci ha lasciati un uomo – e un autore – che, con le sue opere, è diventato un tassello fondamentale del fantasy contemporaneo a livello internazionale.

Terry Goodkind, conosciuto soprattutto per il ciclo de La spada della verità ha pubblicato più di trenta lavori, tra romanzi e novelle. Dal suo ciclo di romanzi più famoso è stata tratta anche una serie tv della ABC, prodotta da Sam Raimi, Legend of the Seeker. L’autore è venuto a mancare all’età di settantadue anni, e ne ha dato l’annuncio il suo agente tramite la pagina Facebook ufficiale.

 

“È impossibile esprimere in poche parole quanto fosse straordinario Terry Goodkind come uomo, marito, scrittore, amico ed essere umano. Ci manca già disperatamente. Saremo per sempre grati per con lui per aver condiviso il lavoro della sua vita con tutti noi, poiché è stato sempre grato di essere presente nei nostri cuori”.

 

La sua carriera di scrittore è decollata alla fine del 1993, quando ha completato Wizard’s First Rule (La prima regola del mago), il primo libro del ciclo di The Sword of Truth (La spada della verità). A quel volume ne sono seguiti molti altri, per un totale di quindici romanzi, oltre ad alcuni romanzi prequel e spin-off ambientati nello stesso universo.

Nei progetti di Terry Goodkind la saga avrebbe dovuto continuare fino a comporsi di un totale di ventuno volumi, ma la sua prematura scomparsa ha spezzato questa sua ambizione.

Nel mondo del fantasy c’è già chi si chiede se qualcuno dopo di lui si prenderà sulle spalle il compito di gestire il ricco materiale inedito per portare a conclusione il progetto che si era inizialmente prefissato l’autore.

 

La spada della verità

Il ciclo de “La spada della verità” di Terry Goodkind

 

La spada della verità

Chi mi conosce lo sa, La spada della verità è stata una delle saghe che hanno condizionato maggiormente la mia adolescenza e il mio modo di approcciarmi al fantasy. Ormai ho capito che l’heroic fantasy non è proprio il mio genere, è vero. Sì, spesso è troppo corale, troppo complesso, io ho bisogno di pochi personaggi di cui seguire le vicende e storie più o meno lineari. Tuttavia, La spada della verità rimane una delle mie saghe del cuore.

È stato proprio lì che ho conosciuto quello che è ancora il mio personaggio letterario femminile preferito di tutti i tempi. Si tratta di Kahlan Amnell, Madre Depositaria, una delle donne più forti e meravigliose che siano mai state inventate. Quindi, come si potrà capire, devo molto a Terry Goodkind.

È stato in grado di mettere le fondamenta di un universo complesso e costellato di personaggi a tutto tondo, che parlano e si muovono come fossero reali. E che, soprattutto, sanno emozionare chiunque legga di loro.

Ma se per caso non conoscete questa saga e le meraviglie che cela, dovete solo continuare a leggere…

 

Trama de La spada della verità

Ecco la trama del primo libro del ciclo de La spada della verità, ovvero La prima regola del mago.

“Le Terre d’Occidente sono in pericolo: i confini magici, eretti da un grande arcimago a difesa della civiltà contro i poteri del male, stanno crollando. Esseri mostruosi provenienti dagli altri Regni compaiono all’improvviso nella foreste. Assieme a loro giunge anche Kahlan Amnell, una fanciulla dotata di misteriosi poteri e inseguita da quattro agguerriti assassini.

Richard Cypher, giovane guida che ha da poco perso il padre, interviene in aiuto della ragazza, e con lei si mette alla ricerca del mago che aveva un tempo creato la barriera magica. È lui l’unico baluardo rimasto a contrastare il malvagio potere di Darken Rahl e i suoi propositi di conquista.”

Nei libri successivi, Richard e Kahlan proseguono con le loro avventure, e ogni volta devono scontrarsi con un nemico peggiore e più pericoloso. Non vi dirò di più per evitare grossi spoiler e per lasciarvi il piacere di scoprire da voi cosa si cela nel futuro di due dei personaggi meglio riusciti della letteratura fantasy contemporanea.

 

La spada della verità

“La prima regola del mago” di Terry Goodkind (primo libro del ciclo de “La spada della verità”)

Addio a Terry Goodkind

La saga di Terry Goodkind ha un intreccio complesso e una trama molto articolata, ma grazie a uno stile piacevole, a tratti quasi frizzante, le pagine volano via. 

È impossibile non innamorarsi del mondo inventato da Terry Goodkind o dei suoi personaggi. E sebbene La prima regola del mago abbia ormai compiuto ventisei, gloriosi anni non smette di essere attuale e di parlare ancora e ancora a generazioni di lettori.

Terry Goodkind lascia un vuoto pressoché incolmabile nel panorama del fantasy, e soprattutto lascia incompiuto il suo grande ciclo epico che, nelle sue mani, avrebbe continuato a parlare a migliaia di lettori in tutto il mondo.

 

-Dubhe