Esplorando Runeterra: Le origini di un mondo (parte II)

Esplorando Runeterra: Le origini di un mondo (parte II)

Ottobre 6, 2020 1 Di thenerd

Con la patch del 2014 il mondo di Runeterra cambiò radicalmente, in stile “snap” di Thanos, per intenderci.
Geograficamente parlando ci fu un grandissimo cambiamento, il continente di Valoran perse la sua forma a “cotoletta alla milanese” e prese una forma geografica più interessante. Il prima parte dell’articolo potete leggerla qui.

Le differenze geografiche


Mappa LOL
Ora ci sono due grandi continenti, il Valoran a nord e Shurima a sud, collegati prima da un istmo naturale e poi da un ponte artificiale. Valoran ha un clima freddo, temperato o più caldo lungo le coste, paragonabile alla nostra Europa in tutte le sue sfaccettature. Shurima invece è un territorio caldo con ben tre zone: una parte montuosa, una desertica e una giungla tropicale. Se dovessimo fare un paragone è molto simile all’Africa con qualche parte di Europa Mediterranea.
Le Isole d’Ombra, invece, passarono da una parte all’altra della mappa, mettendosi vicino a Bilgewater. Scelta a mio avviso sensata, visto che era il bersaglio principale degli attacchi e prima del 2014 in pratica dovevano passare inosservati tutto il continente per attaccare quella zona, si era pensato a dei “portali”, ma era un’idea più della community che ufficiale. Demacia e Noxus mantengono una posizione centrale, ma Piltover e Zaun sono state spostate a sud, se prima condividevano un golfo e delle tecnologie simile ora condividono un istmo “frantumato” e un’origine comune.
Bandle City invece non ha un posto fisso, appare nella mappa in un posto totalmente casuale.
Una nuova fazione è stata aggiunta, Ixtal, e si è deciso di rendere più vasto il territorio infatti compaiono nomi di città o villaggi che possono essere legate oppure no alle grandi Fazioni di Runeterra.

Il Cambio di Lore

Runeterra

L’Istituto della Guerra e la Lega delle Leggende ormai sono diventate cose obsolete e quindi non vengono nemmeno più menzionate (salvo rare eccezioni di vecchi Campioni che non hanno ancora il dialogo aggiornato), non c’è più quella parte di rottura della quarta parete tipica dei primi anni di gioco: lore e gameplay hanno ormai preso due strade completamente diverse.

Un altro cambiamento radicale è stata la sfaccettatura delle varie Fazioni, ora non c’è più un “Bene contro Male”, ma delle potenze militari e non che si mettono in gioco. Sfaccettature così complesse che sarò costretto a scrivere un articolo per fazione, così da poter introdurre anche i personaggi nel loro contesto culturale, perché alla fine si parla proprio di questo, di protagonisti e protagoniste che nascono in una certa mentalità e si ritrovano a scegliere se seguirla per diventare un esempio per gli altri o di combatterla, rendendosi conto che tale pensiero potrebbe essere nocivo.

Le Razze in Runeterra

Spesso nel vecchio universo venivano messi esseri non umano, o magari solo in parte, che però non era ben chiaro che cosa fossero realmente. Con i nuovi aggiornamenti si è deciso di identificare queste razze (termine che ho preso in prestito da DnD).
La razza Umana, decisamente quella più popolosa del continente, si trovano praticamente ovunque, è una di quelle meno legate alla magia, ma tramite alcuni mezzi riesce comunque a compensare tale mancanza.

La razza dei Troll, sono incredibilmente grossi e feroci, con zanne e pelle blu, spesso maculata. Abitano nel Freljord e si basano praticamente sulla forza bruta, anche se a volte compaiono elementi molto intelligenti o abili con la magia (e sono decisamente quelli più pericolosi).
I Minotauri, forti e possenti, spesso vengono scambiati per altre razze zoomorfe, come i Vastaya, non si hanno molte notizie su di loro, tranne che popolano una zona a nord di Noxus e vengono reclutati spesso come mercenari.

Runeterra Lol
Gli Yordle, invece, sono basse creature con una testa grossa, orecchie enormi e provvisti di peluria (specialmente negli esemplari maschili). Sono gli abitanti di Bandle City, ma spesso grazie ad una loro magia innata possono confondersi tra la popolazione umana mascherandosi da persone leggermente basse. Tipicamente sono creature vivaci e socievoli, ma altrettanto timide e schive, per questo a volte la gente pensa che siano solo una leggenda. Nonostante il loro carattere molto “bambinesco” sono essere molto longevi, tanto che non è ben chiara se hanno anche un “limite biologico”, esistono Yordle anziani, ma non si sa se possano morire di vecchiaia.

Runeterra - razze 2

La razza dei Vastaya, sono una razza antichissima e dalle fattezze chimeriche. Spesso sono esseri umani con qualche elemento antropomorfo (ma da non confondere con gli Ascesi), sono incredibilmente sfaccettati e possono essere divisi in sottocategorie, per fare un esempio le sirene sono una speciale tipologia di Vastaya. Ionia ha decisamente una grande popolazione di Vastaya, ma anche Ixtal non è da meno in quanto percentuale di abitanti.
A causa del loro potenziale magico e della loro diversità estetica in passato i Vastaya sono entrati in conflitto con gli Umani e tra le due razze ci sono ancora grande diffidenza e rancori.

I Voidborn, sono creature mostruose provenienti da una dimensione chiama Vuoto o Void, tendono ad uccidere o corrompere tutto quello che capita loro a tiro, spesso hanno una colorazione violacea.
I Demoni, le loro origini sono strane e ben poco chiare, di sicuro sono esseri pericolosi e per nulla pacifici.

Oltre a queste razze ce ne sono altre che possono essere una trasformazione di una razza preesistente oppure qualcosa di non ancora ben definito, tra questi ci sono gli Ascesi, i Darkin, i semidei e i Celestiali, che magari i futuri aggiornamenti e articoli chiariranno meglio.

Questo è a grandi linee il nuovo universo di Runeterra, ringrazio il gruppo italiano Telegram di Hystory of Runeterra che ha controllato che non abbia scritto strafalcioni.

A breve verranno trattate le singole Fazione in maniera più accurata, questo è solo l’inizio di un grande viaggio.

 

Belharza