Books

Guida Galattica per gli Autostoppisti – la trilogia in cinque parti di Douglas Adams

guida galattica per gli autostoppisti _book

Guida Galattica per gli Autostoppisti (The Hitchhiker’s Guide to the Galaxy) è un romanzo umoristico di fantascienza del 1979 scritto dal britannico Douglas Adams, e costituisce il primo capitolo dell’omonima serie trilogia in cinque parti.

Dal romanzo è stato tratto nel 2005 il film diretto da Garth Jennings, con Martin Freeman (Sherlock, Lo Hobbit) nei panni del protagonista Arthur Dent.

La strana storia di Arthur Dent

Arthur Dent scopre, appena svegliatosi, che stanno per demolire la casa dove abita. Il comune vuole costruire una nuova superstrada, che deve passare proprio nello spazio dove è costruita la sua casa. Dopo poche ore gli abitanti della Terra scopriranno che il loro pianeta sta per avere lo stesso destino, a causa di una flotta di astronavi aliene che hanno intenzione di disintegrarla per fare spazio a delle nuove rotte intergalattiche!

Arthur viene salvato dal suo amico di vecchia data Ford Prefect, che si rivela essere un alieno e che lo trascina con sé, chiedendo un passaggio ad una delle astronavi demolitrici. Arthur scoprirà letteralmente un universo sconosciuto, in cui la sua unica bussola sarà la Guida Galattica per gli Autostoppisti. Si tratta di un libro in forma di un piccolo computer (una specie di ebook a comando vocale odierno, diremmo oggi) e che è un best seller universale (esclusa la Terra chiaro!).

La Guida Galattica per gli Autostoppisti

Si vende benissimo per due semplici ragioni: innanzitutto costa poco, e in secondo luogo reca stampate a grandi lettere sulla copertina le parole Don’t Panic (“niente panico”). Questa Guida Galattica portatile è costituita da notizie, curiosità e risposte su mondi, stelle, altre forme di vita, forme nebulose intelligenti o meno intelligenti… è in tutto e per tutto un’enciclopedia, che però non è aggiornata.

Pertanto, Ford, vuole aggiornare e sviluppare una nuova versione della Guida. Soprattutto per chi come lui si lancia in azione nel tempo e nello spazio stellare, per garantire a ogni viaggiatore una soluzione pratica per situazioni inattese! Ford condurrà Arthur in avventure entusiasmanti in giro per lo spazio-tempo a bordo dell’astronave Cuore d’Oro. I due saranno in compagnia di Zaphod Beeblebrox, un vecchio amico d’infanzia di Ford con due teste e oramai ex Presidente della Galassia, l’amica terrestre Trillian e Marvin, un robot costantemente depresso.

guida galattica per autostoppisti _book

Il seguito di Guida galattica per gli Autostoppisti

Il romanzo Guida Galattica per gli Autostoppisti è il primo di una serie, composta dai seguenti romanzi:

Ristorante al termine dell’Universo (The Restaurant at the End of the Universe, 1980)

In Ristorante al termine dell’universo, Douglas Adams continua le avventure dei personaggi introdotti nella Guida Galattica per gli Autostoppisti. L’autore ci ricorda che la Terra era un computer che aveva lo scopo di trovare domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto. Purtroppo, i Vogon avevano demolito il pianeta prima che la domanda potesse essere trovata e solo due esseri umani erano sopravvissuti.

La vita, l’universo e tutto quanto (Life, the Universe and Everything, 1982)

I primi due romanzi della cosiddetta trilogia in cinque parti erano l’adattamento della serie radiofonica, per questo motivo alcune parti erano un riassunto della storia originale e alcune erano state tagliate del tutto. La vita, l’universo e tutto quanto è invece una storia scritta appositamente fin dall’inizio come romanzo perciò la storia è più coerente e la trama meno caotica.

Addio, e grazie per tutto il pesce (So Long, and Thanks for All the Fish, 1984)

Il quarto romanzo della trilogia in cinque parti è fondamentalmente la storia di Arthur Dent. Il titolo è il messaggio lasciato dai delfini al loro abbandono del pianeta Terra, poco prima che questo venisse demolito per costruire una superstrada spaziale, come viene descritto nel primo romanzo della serie Guida galattica per gli autostoppisti.

Praticamente innocuo (Mostly Harmless, 1992)

In quello che è il suo capitolo finale della serie della Guida galattica per gli autostoppisti, Douglas Adams non si limita a dare una conclusione alla storia di alcuni dei suoi protagonisti, al contrario aggiunge ulteriori elementi. In particolare, gli universi paralleli sono una base importante della trama del romanzo.

E un’altra cosa… (And Another Thing…, 2009)

Il romanzo E un’altra cosa… di Eoin Colfer è stato pubblicato per la prima volta nel 2009. È il seguito della serie della Guida Galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams, in particolare del romanzo Praticamente innocuo. Fa riapparire quasi tutti i protagonisti dei precedenti romanzi (tranne Marvin), i Vogon e persino Wowbagger l’Eterno Prolungato, che in questo ultimo libro diventa uno dei protagonisti.

42 Hitchhikers Guide To The Galaxy GIF - 42 ...

L’autore

Douglas Adams (1952-2001) è stato uno scrittore, sceneggiatore e umorista britannico. Nel 1977 scrisse e produsse la serie radiofonica Guida galattica per gli autostoppisti.

Nel 1978 tale radiocommedia andò in onda sulla BBC e il grande successo ottenuto portò Adams a scrivere l’omonimo romanzo, pubblicato nel 1979. l primo volume seguirono altri quattro romanzi, formando quella che l’autore definì una trilogia in cinque parti.

Morì a Santa Barbara l’11 Maggio del 2001 all’età di soli 49 anni; lo scrittore soffriva a sua insaputa di aritmia cardiaca. Il 25 maggio, due settimane dopo il decesso, i fan organizzarono un tributo denominato Towel Day, da allora questo si tiene regolarmente ogni anno.

Guida Galattica pergli  Autostoppisti è un grande cult fantascientifico, in classico umorismo britannico e pieno di pura autoironia, con un finale sorprendente. Da rileggere sempre, soprattutto se vicini al Towel Day!

saeturnus

Saeturnus

Read, eat, travel, movies, sleep, repeat.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: