Si avvicina la notte dei mostri, dei vampiri… e delle streghe! Ecco dieci film che ti consigliamo di guardare (o riguardare) il 31 Ottobre, la notte di Halloween.

Bell, Book and Candle (1958)

Gillian Holroyd (interpretata da Kim Novak) è una strega che vive nel Greenwich Village di New York. Incontra l’affascinante editore Shepherd Henderson (James Stewart), e decide di farlo suo lanciandogli un incantesimo d’amore, in modo da non fargli sposare la sua insopportabile nemesi del college (Janice Rule). Ma il piano fallisce quando Gillian si ritrova a innamorarsi di Shepherd, il che pone un problema: le streghe che si innamorano perdono i loro poteri. Questo film è stato di così gran successo che ha contribuito a ispirare la serie TV Vita da strega. Vale la pena guardarlo anche solo per la performance di Jack Lemmon nei panni di uno stregone che suona il bongo.

Le streghe di Eastwick (1987)

Tre migliori amiche, interpretate dalle meravigliose Michelle Pfeiffer, Susan Sarandon e Cher, scoprono di avere dei poteri magici. Vengono sedotte dal diavolo, che appare sotto forma del misterioso e affascinante Daryl Van Horne (Jack Nicholson), e si riuniscono per riconquistare la loro libertà. L’iconica commedia horror è basata sul libro dello stesso nome di John Updike del 1984, ma molti sviluppi importanti del libro vengono abbandonati. Il libro infatti ha un tono più scuro e sinistro.

The Witches (1990)

Basato sull’omonimo romanzo di Roald Dahl, The Witches è un inquietante film per famiglie. Eva Ernst è a capo di una congrega mondiale di streghe che impongono le quote di uccisione di bambini derivanti dall’odio per il loro odore. Eva Ernst si specializza nel trasformare i bambini in altre forme animali, più facili da eliminare.

Il curatissimo trucco è realizzato da Jim Henson, mentre la strega protagonista è interpretata da una meravigliosa Anjelica Huston. È già stato annunciato il remake del film con Anne Hathaway, che arriverà in anteprima in streaming (leggi anche Le Streghe – Il nuovo adattamento del film arriva in anteprima):

Hocus Pocus (1993)

Hocus Pocus è un vero classico cult di Halloween. Le sorelle Sanderson, interpretate da Bette Midler, Sarah Jessica Parker e Kathy Najimy, vengono resuscitate 300 anni dopo la loro morte dagli ignari Max Dennison (Omri Katz), sua sorella Dani (Thora Birch) e la loro nuova amica, Allison (Vinessa Shaw). Le tre streghe, ritornate in vita, si adoperano per diventare immortali. I ragazzini cercheranno dim impedirglielo con l’aiuto di un gatto magico.

Questo film è una vera perla, e Bette Midler ancora di più.

Practical Magic (1998)

Sandra Bullock e Nicole Kidman interpretano eccentriche sorelle streghe dei giorni nostri in un film fantasy basato sull’omonimo romanzo del 1995 di Alice Hoffman: Gillian e Sally Owens, sono le discendenti della famiglia Owens. Dopo aver inavvertitamente ucciso il fidanzato violento di Gillian, Jimmy, le donne fuggono nella cittadina del Massachusetts dove sono cresciute. Il poliziotto Gary Hallet (Aidan Quinn) si insospettisce e inizia ad indagare, allora le sorelle cercano di resuscitare il morto con un incantesimo proibito. Risultato: inavvertitamente (di nuovo) iniettano al cadavere uno spirito malvagio che minaccia di porre fine alla loro linea familiare.

Le zie, interpretate da Stockard Channing e Dianne Wiest, sono bravissime.

 

The Blair Witch Project (1999)

Questo film del genere found-footage segue tre studenti di cinema (Heather Donahue, Joshua Leonard, Michael C. Williams) che nel 1994 viaggiano in una piccola città per raccogliere documentari, alla ricerca della strana vecchia che si dice infesti i boschi. I tre intervistano i cittadini e raccolgono indizi a sostegno della veridicità del racconto, ma scompaiono nel bosco e la loro attrezzatura e le loro riprese vengono scoperte un anno dopo. Lo spettatore vede il presunto film recuperato. Si pensa che Blair Witch Project sia il primo film ampiamente commercializzato principalmente da Internet, ed è stato un fenomeno globale seguito minuziosamente da una campagna di marketing diventata virale. La pubblicità fatta, suggeriva che gli attori fossero effettivamente scomparsi e presumibilmente morti. Nonostante gli anni, il film è ancora spaventoso da morire. Non si può dire lo stesso dei sequel, purtroppo.

Sleepy Hollow (1999)

Il film è basato sul racconto breve classico del 1820 di Washington Irving The Legend of Sleepy Hollow, ambientato nel 1799. La trama segue l’agente di polizia Ichabod Crane (Johnny Depp) inviato da New York City per indagare su una serie di omicidi nel villaggio di Sleepy Hollow da parte di un misterioso Cavaliere senza testa. La pellicola è una storia dell’orrore gotico, diretta da Tim Burton. Il film è visivamente gratificante, e l’atmosfera decisamente lunatica. Molte scene hanno così poco colore che potrebbero quasi essere in bianco e nero, e questo rende le poche macchie di colore (fiamme, simboli di stregoneria e sangue) molto più sorprendenti.

Stardust (2007)

In questa top list non poteva mancare Stardust: il giovane Tristan (Charlie Cox) per conquistare il cuore della sua amata (Sienna Miller), si avventura nel regno delle fate per recuperare una stella cadente. La stella cadente si rivela essere una donna, Yvaine (Claire Danes). Yvaine è in grave pericolo, perché una strega malvagia (Michelle Pfeiffer) vuole usarla per raggiungere la giovinezza e la bellezza eterne e i figli del re hanno bisogno dei suoi poteri per assicurarsi il trono. Basato sull’omonimo romanzo di Neil Gaiman del 1997, il film presenta un cast corale, oltre agli attori già citati, con Ricky Gervais, Jason Flemyng, Rupert Everett, Peter O’Toole e Robert De Niro, con narrazione (nel film originale) di Ian McKellen. Insomma, è un filmone, ed è bellissimo.

Robert De Niro in particolare ci regala uno dei personaggi più memorabili di sempre. Di una bravura infinita, sta bene anche in tutù ballando il can-can:

The Love Witch (2016)

La giovane strega Elaine (Samantha Robinson) fugge dalle indagini dell’omicidio del marito e si stabilisce in un appartamento di un palazzo gotico decorato per assomigliare al suo amato mazzo di tarocchi. È determinata a trovare un uomo che la ami, e quindi si imbarca in una ricerca risoluta tra incantesimi e pozioni, seduzioni e qualche vittima occasionale. Finalmente un giorno incontra l’uomo dei suoi sogni, ma la sua disperazione di essere amata la porta sull’orlo della follia e dell’omicidio.

L’autrice Anna Biller – che ha scritto, diretto e prodotto The Love Witch, oltre a fungere da montatrice, scenografa, costumista e compositrice – ha realizzato con cura ogni dettaglio del film. Difatti, è una pellicola fenomenale.

The VVitch (2016)

Nel New England del XVII secolo, un predicatore e la sua famiglia vengono esiliati, e decidono di vivere di agricoltura e allevamento. Un giorno Samuel, il bambino più piccolo e neonato affidato alla sorella maggiore Thomasin (Anya Taylor-Joy), scompare improvvisamente mentre stavano giocando assieme, e non viene più trovato. Questo scatena un susseguirsi di accuse reciproche, bugie e superstizioni che mettono alla prova la fede e fanno accrescere l’odio nella famiglia. Il film è un viaggio intenso nell’atmosfera soprannaturale, allo stesso tempo invitante e cupa. È un horror che ho molto apprezzato per la recitazione, i costumi ma soprattutto la rappresentazione della fragilità umana e la desolazione dei protagonisti. Molto consigliato.

emoji

Buona visione!

saeturnus

Saeturnus

Read, eat, travel, movies, sleep, repeat.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: