Il giovane Wallander è una serie britannico-svedese trasmessa da Netflix dal 3 settembre 2020. Vede come protagonista il celebre commissario creato da Henning Mankell. È una creazione di Benjamin Harris, Jessica Ruston, Anno Bhagavan e Ben Schiffer. Vede come protagonista Adam Pålsson nel ruolo di Wallander e Richard Dillane (da Peaky Blinders), nonché di Leanne Best (Black Mirror). La prima stagione è composta da 6 episodi. 

Trama de Il giovane Wallander

Ambientata ai giorni nostri, nella città svedese di Malmö la serie si configura come una sorta di prequel dell’ambizioso poliziotto alle prime armi Kurt Wallander, giovane in piena esperienza formativa. Il personaggio appare ancora da forgiare ma fortemente animato da un elevato senso di giustizia nel tentativo di sgominare una complessa rete criminale con crescenti tensioni sociali legate al tema dell’immigrazione in Svezia. Si differenzia dai precedenti riadattamenti per la contemporaneità, anziché esser ambientata negli anni ’60 o ’90. 

Nella giornata di lunedì 9 novembre 2020 è arrivata la notizia ufficiale: Il giovane Wallander avrà una seconda stagione! A riportare la notizia è Deadline, famosa testata giornalistica nota per questo genere di notizie. 

Gli spettatori che si sono affezionati alla storia non mancano di certo, anche se la decisione di produrre una seconda stagione è stata accolta con una certa perplessità. In particolare, Slash Film ha osservato che la serie potrebbe anche non esistere, talmente poco è l’interesse che ha generato. Perlomeno negli Stati Uniti.

La posizione del sito è in linea con le recensioni degli addetti ai lavori, che ritengono che la produzione non abbia chiaro il suo target. Ma se NME scrive che “i fan più anziani potrebbero avere difficoltà a ritrovarsi con questa versione moderna” e che “la storia non sembra adatta neppure a un pubblico più giovane”, The Telegraph va giù pesante, affermando che “chi amava Wallander, odierà Il giovane Wallander”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: