Noxus, l’Impero in continua crescita

Noxus, l’Impero in continua crescita

Dicembre 1, 2020 0 Di thenerd

Noxus è un impero in constante crescita, sempre pronto ad inglobare i territori vicini con la forza e nel corso dei secoli si è scontrato spesso contro le altre regioni, specialmente con Demacia. Stranamente il popolo di Noxus e la loro città hanno delle origini separate, ma dalla loro unione emerse una forza poderosa che portò cambiamenti nella politica e nella geografia di Runeterra.

Noxus

Le origini e la geografia

Molti secoli prima, probabilmente persino un paio di millenni fa, ci fu un feroce condottiero di nome Sahn-Uzal che con feroce spietatezza assoggettò gran parte delle terre di Runeterra. Il suo dominio di terrore finì solo con la sua morte, ma la sua anima non ebbe mai riposo. Secoli dopo un gruppo di maghi decise quindi di servirsi dell’anima irrequieta del re condottiero per poterla usare come un’arma, l’essenza vitale di Sahn-Uzal fu rinchiusa in una possente armatura che si rianimò. Ma i maghi, sottovalutarono la forza di volontà di Sahn-Uzal che si ribellò subito al vincolo magico e ironia della sorte usò le loro anime per forgiare la sua mazza ferrata.

Noxus

Sahn-Uzal, risorse con un nuovo nome: Mordekaiser.

Mordekaiser invase nuovamente Runeterra portando morte e distruzione al suo passaggio mentre il suo esercito si ingrossava con schiere di non morti da lui stesso vincolati all’obbedienza. All’apice del suo trionfo il guerriero necromante fece erigere, vicino le coste orientali del Valorant, il Bastione Immortale, una fortezza inespugnabile che richiamava la sua stessa gloria e il suo aspetto possente. Nonostante questo potere smisurato Mordekaiser venne sconfitto, non da una grande nazione o da un possente esercito, ma da una tribù di barbari, i Noxii, aiutati da alcuni sottoposti di Mordekaiser che lo tradirono.
I Noxii vittoriosi si stabilirono nel Bastione Immortale dove iniziarono ad edificare una città intorno che prese il nome della loro tribù: Noxus.

Noxus non è la sola città dell’Impero, ne esistono altre, fondate o conquistate, che svolgono ruoli importanti nella macchina bellica noxiana, tra queste è degna di nota Basilish, città portuale e militare.

Politica e cultura

Noxus

Noxus è totalmente devota alla guerra e alla conquista dei territori, per questo motivo è il regno più esteso di Runeterra, inoltre sembra essere un’usanza di Noxus fondere tutte le corone dei regni sconfitti in un unico calderone pieno di oro fuso ed edificare archi trionfali lungo le strade che portano al Bastione Immortale. Noxus non ha un re al comando ma una sorta di triunvirato dove ogni membro rappresenta uno dei tre aspetti del potere del Trifarix (un simbolo di Noxus): La Visione, un signore della guerra, definito a volte
“Gran Stratega” oppure Imperatore, che svolge la funzione di capo di stato e di generale. La Forza, detenuta dal generale della Legione Trifariana. L’Astuzia, dove al comando c’è il capo dello spionaggio noxiano, queste tre cariche non sono ereditare e permettono di agire in maniera equilibrata, infatti ogni decisione va approvata da almeno due capi su tre, così da poter evitare azioni implusive.
Un’organizzazione tanto potente quando pericolosa per Noxus è la Rosa Nera, una congrega segreta di nobili noxiani esperti nelle arti magiche più proibite, alcuni dei loro membri furono addirittura i luogotenenti che tradirono Mordekaiser, sopravvissuti al tempo grazie a magie oscure e proibite, nonostante questo enorme potere la Rosa Nera subì diverse violente purghe interne riducendo i suoi
membri a pochissime persone.
Nonostante la feroce politica estera Noxus sa dimostrarsi molto aperta e meritocratica da un certo punto di vista, infatti non esistono limiti nella scala gerarchica nell’esercito o nella politica, non importa se uno è nobile oppure no, se è un noxiano puro oppure un forestiero, se qualcuno ha delle doti utili per Noxus è ben accetto. Per questo motivo non sono rari i casi in cui Noxus una volta conquistato il territorio recluti persone del posto dando loro anche posizioni di prestigio.

Esercito

Noxus

L’esercito di Noxus si basa principalmente sulla Legione Trifariana, un esercito molto eterogeneo il cui simbolo è il Trifarix. Il motivo della grande variabilità tra i legionari della Legione Trifariana è dovuto al fatto che Noxus permetta ad qualsiasi soldato di farne parte mantenendo le proprie tradizioni belliche, anche se spesso sono equipaggiati dal tipico “Acciaio Nero di Noxus”, una lega di ferro dal caratteristico colore scuro e da una sorta di patina opaca.

Noxus

Gli animali usati per scopo bellico sono i più disparati, alcuni soldati cavalcano i basilischi, grossi lucertoloni simili a dei varani ma molto velenosi, mentre in altre occasioni sono stati usati persino elefanti da guerra.
Una cosa che ha differenziato molto l’esercito di Noxus è il grande impiego di macchine d’assedio, infatti sono diventati dei maestri nella costruzione di baliste, catapulte, arieti e torri d’assedio. Nonostante questo vasto esercito la nobiltà non è esentata dai doveri di guerra, infatti per poter mantenere una postazione di prestigio nella vita politica i nobili noxiani devono farsi strada anche nella carriera
militare, con il rischio di esser messi allo stesso livello dei sodati semplici se non riescono ad eccellere.

Eventi storici

-Mordekaiser fa erigere il Bastione Immortale.
-Vladimir e Le Blanc tradiscono Mordekaiser e fondano la Rosa Nera.
-Battaglia dei Cancelli dove il campione noxiano Sion uccide il re demaciano Jarvan I Lightshield.
-Prima invasione di Ionia.
-Battaglia del Monte di Bard.
-L’Imperatore Boram Darkwill, su consiglio di Le Blanc, fa decimare la Rosa Nera.
-Jericho Swain depone l’Imperatore Boram Darkwill e diventa il Gran Stratega al comando della Visione.
-Viene soppressa la ribellione di Basilich.
-Seconda invasione di Ionia.

-Belharza