Dopo due #reviewparty sapete tutto ormai della storia di Kahlan, la Madre Depositaria, e Richard, il Cercatore, protagonisti della saga La Spada della Verità.

La Spada della Verità

Oltre i libri, questa saga conta una serie tv, intitolata proprio  La Spada della Verità. 

La Spada della Verità

La Spada della Verità

La serie tv è diversa dai libri, specialmente per l’inversione di due personaggi principali: nei libri il cattivo è il padre del protagonista, nella serie tv è il fratello. Che poi, non è che vada troppo lontano, se ci pensiamo. Michael non è di certo uno stinco di santo.
I tre personaggi principali: Kahlan, Richard e Zed, sono legati tra loro e anche nei libri così. Quindi per undici libri si sa che Richard, Zed e Kahlan ne possono passare di tutti i colori, ma non moriranno mai. Altrimenti la saga finirebbe. 

Ma la cosa fondamentale da sottolineare è che è veramente carina. Soprattutto i personaggi femminili.

La Spada della Verità

Non parlo solo di bellezza fisica, questo personaggio è proprio costruito bene. Piena di insicurezze, paure verso se stessa e il suo ruolo, ma allo stesso tempo colma di potere, forte e coraggiosa. Una guerriera.

La Spada della Verità

Poi c’è la Mord-sith, Cara. Una donna con un fascino estremo, che gioca moltissimo con la sua sessualità, ma al tempo stesso costretta a provare un dolore estremo. Lei non è la stessa Mord-sith che incontriamo nei primi libri, ma è davvero un bel personaggio. Un personaggio che rappresenta il cambiamento: una psiche distrutta, temprata dal dolore, che si fida del Cercatore e della madre Depositaria. Un personaggio da stimare fin dai primi momenti.

La Spada della Verità

Richard Rahl è il Cercatore, Mago di Primo ordine a cui ci eravamo affezionati. Un uomo dei boschi, coraggioso, ma è questo il suo problema: da come lo descrive Goodkind sai che è immortale, ma nella serie tv almeno sono “visivamente” d’impatto i suoi scontri.

Temi

Un’eterna contrapposizione: Bene e Male. Una lotta eterna enfatizzata continuamente. Non esistono personaggi neutrali nell’opera di Goodkind: o sono eroi o sono spietati, crudeli che godono nell’infliggere dolore. La Spada della Verità è molto originale nel raccontare del male che lotta contro il male.
Il Guardiano è il vero nemico – so che questa frase vi riporterà alla mente altre saghe – e tenta di portare il regno dei morti in quello dei vivi, servendosi delle Sorelle dell’Oscurità. Sembra una specie di Ade, il dio dell’Oltretomba, che ha come antagonista il Creatore, una sorta di Zeus. L’altro cattivo principale è il Tiranno, un villan interessante e stupendo, il cui scopo è quello di conquistare il mondo, in contrapposizione del Guardiano.

Certo, poi c’è la Magia, le Profezie, ma c’è anche la tematica del dolore come motivo cardine e temprante, come qualcosa che ti spezza.

Commento

La serie tv La Spada della Verità è ben fatta e molto carina. Molto scorrevole, a differenza del libro e mi duole ammetterlo, perché la saga di Goodkind ha davvero punti di forza e tematiche interessanti, che però spesso nella lunghezza vanno a perdersi.

Se ti interessano i libri:

  • Prequel: La leggenda di Magda Searus 
  • La prima regola del mago. La spada della verità: 1
  • La pietra delle lacrime. La spada della verità: 2
  • La spada della verità: 3
  • Il tempio dei venti. La spada della verità: 4
  • L’anima del fuoco. La spada della verità: 5
  • La fratellanza dell’ordine: La spada della verità vol. 6
  • I pilastri della creazione: La spada della verità vol. 7
  • La spada della verità: 8
  • La catena di fuoco: La spada della verità: 9
  • Fantasma: La spada della verità: 10
  • Scontro finale: La spada della verità: 11
  • Sequel: La macchina del presagio. Richard e Kahlan

Avete già recuperato questa piccola perla?

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: