Il Monte Targon: la sfida della Vetta

Il Monte Targon: la sfida della Vetta

Marzo 23, 2021 0 Di Federico Prosdocimi

Il Monte Targon è la montagna più alta di Runeterra, una vetta altissima legata ad una magia molto potente e antica.
Seppur non sia stato al centro della politica del continente il Monte Targon è stato molto importante per la storia di Runeterra, tra tragedie e misteri.

Storia e Geografia

Geograficamente parlando il Monte Targon si trova nella zona più occidentale della regione di Shurima e sorge su un grande promontorio che si affaccia sull’oceano.
Non ha grandi risorse o città che possano competere con le altre Fazioni di Runeterra. Tuttavia la magia di cui è intriso il Monte è così potente che per capire la sua origine bisogna guardare in dietro nel tempo, prima ancora della nascita del pianeta.

Il Forgiatore di Stelle e la Corona

Nel vuoto cosmico esiste un’entità antichissima e potente, Aurelion Sol, un essere così potente da creare con la sua magia le stelle.
Dopo svariati millenni, Aurelion Sol, detto anche il Forgiatore di Stelle, aveva reso l’universo brulicante di galassie.
Il suo lavoro non era ancora finito, ma qualcosa lo distrasse: una civiltà di un lontano pianeta era riuscita ad entrare in contatto con lui.
Volevano ringraziarlo per il suo operato, per aver dato la vita e la luce all’universo, e offrirono in dono al Forgiatore di Stelle una corona magica.
Aurelion Sol accettò il dono, ma sfortunatamente si rilevò una trappola.
La corona era una “catena”, realizzata da quell’antico popolo per imprigionare il Forgiatore di Stelle e sfruttare il suo potere celestiale.
Grazie alla magia convogliata di Aurelion Sol, Targon riuscì ad avere un enorme potere.
Il periodo di splendore però subì una battuta d’arresto con una crisi religiosa.

Solari e Lunari


A Targon si formarono due forme di pensiero religioso, i veneratori della luce solare, chiamati appunti Solari e quelli invece legati alla luce lunare, i Lunari.
Con queste due correnti di pensiero opposte lo scontro fu inevitabile.
I Solari salirono al potere e tramite una violenta epurazione distrussero ogni cose che possa legata al culto dei Lunari, mettendo come un’unica fede il Culto del Sole.
Molti Lunari riuscirono a sfuggire alla soppressione e si dettero alla macchia in attesa che possa giungere il tempo giusto per riscattarsi.
In tempi recenti sembra che i Lunari abbiano trovato una nuova guida, molto potente: Diana.
 Storie di Runeterra: Targon | “Il sentiero a volta” – YouTube

Cultura
Intorno al Monte Targon non ci sono grandi civiltà, però esistono diversi insediamenti.I Rakkor, conosciuti anche come Tribù dell’Ultimi Sole, abitano ai piedi della montagna, sono principalmente artigiani, contadini e pastori. Tuttavia hanno sviluppato una forte tradizione guerriera proprio grazie al culto del sole dei Solari.
Principalmente combattono scudi e lance, ma non disdegnano anche le spade corte.

La Vetta
Scalare il Monte Targon non è una semplice arrampicata.
E’ praticamente un pellegrinaggio divino che potrebbe stravolgere l’intera esistenza di coloro che riescono ad raggiungere la cima.
Molti la definiscono “La Chiamata della Montagna”.
Confrontando diverse testimonianze la popolazione si è resa conto che la cima del Monte Targon cambia in base a chi lo arrampica.
Inoltre coloro che raggiungono la cima potrebbero venir scelti dagli Aspetti.
Gli Aspetti sono delle incarnazioni delle costellazioni, sono a metà strada tra un Celestiale ed un mortale.
Il rapporto tra un Aspetto ed un mortale scelto è variabile, in alcuni casi è una sorta di parassitismo, con la sostituzione della persona, in altri casi, invece, è solo un dono poteri.
Difficile è comprendere la natura e i meccanismi legati a questo posto.

 

-Belharza