Films

Nomadland – una visione distintiva dell’America

nomadland

Nomadland è un film drammatico scritto, montato, prodotto e diretto da Chloé Zhao. Il film è basato sul libro di saggistica del 2017 Nomadland: Surviving America in the Twenty-First Century di Jessica Bruder, e dal leader radicale nomadista e anticapitalista Bob Wells, che appare nei panni di se stesso e tiene un discorso commovente alla fine del film.

Frances McDormand interpreta una donna che lascia la sua città natale di Empire, Nevada, dopo che suo marito muore e l’unica industria chiude per essere nomade, “senza casa” (in inglese: nomad) e viaggia per gli Stati Uniti.

La storia di Nomadland

Fern ha recentemente perso sia suo marito che il suo lavoro. La chiusura dello stabilimento di produzione ha sostanzialmente chiuso l’intera piccola città del Midwest. Così Fern acquista un furgone e viaggia per il paese in cerca di lavoro stagionale. 

L’esperienza di vivere nel furgone è inizialmente impegnativa e scomoda. Lungo la strada incontra altri nomadi che le danno consigli su come adattarsi a questa nuova vita. Partecipa a eventi su larga scala in cui i viaggiatori si riuniscono nelle loro roulotte e camper e condividono amicizia e divertimento.

Nomadland di Chloé Zhao distribuito in Cina, ma a quali condizioni? - Taxidrivers.it

Incontra l’organizzatore dell’evento, che è appassionato di fornire supporto alla comunità nomade e incoraggiare le persone a ridimensionare le loro vite, poi incontra Swankie, che sta viaggiando per il paese spuntando le cose della sua lista di cose da fare mentre si occupa anche di una diagnosi terminale. E poi incontra Dave (David Strathairn) che è stato allontanato dalla sua famiglia, ma con l’arrivo di un nipote vuole riconnettersi con il figlio. Invita Fern a visitare la proprietà di famiglia ma lei ha i suoi problemi familiari personali. Accetterà l’offerta o continuerà la sua nuova vita nomade on the road?

Nomadland: Surviving America in the Twenty-First Century 

Nomadland: Surviving America in the Twenty-first Century: Amazon.it: Bruder, Jessica: Libri in altre lingueCome dicevamo, il film è basato sull’monimo libro Nomadland, che parla del fenomeno degli americani più anziani che, in seguito alla Grande Recessione, adottarono stili di vita transitori viaggiando per gli Stati Uniti in cerca di lavoro stagionale. Il libro è stato anche adattato in un cortometraggio documentario, CamperForce, in cui Bruder è produttrice. 

Chloe Zhao è una regista indipendente che ha ottenuto consensi per i suoi film precedenti Songs My Brothers Taught Me e The Rider. È stata scelta personalmente da Frances McDormand, e Zhao ha guidato questo piccolo team di produzione in furgoni, in tutta l’America, durante la realizzazione del film. Il risultato è stato sorprendente.

Un’interpretazione mozzafiato

Frances McDormand regala una delle migliori interpretazioni della sua carriera. E dire che non ha mai sbagliato un ruolo, il che la dice lunga su quanto mi sia piaciuto questo film! Semplicemente perché ciò che offre al pubblico è un ritratto onesto di una donna che ha a che fare con la vita, e lo fa con una naturalezza emozionante.

Nomadland, il nuovo trailer del film di Chloé Zhao con Frances MacDormand | Sky TG24

La pellicola ha un approccio documentaristico nel parlare del suo tema, perché include nomadi della vita reale che interagiscono nel film come se fossero dei personaggi, usando i loro veri nomi. Queste scene con persone reali, sembrano completamente privi di sceneggiatura. Sembrano avere dialoghi ed emozioni reali e spontanei.
Soprattutto è un film molto tranquillo e attento.

Alcune persone potrebbero dire che non succede davvero nulla, e potrei capire perché. La narrazione segue Fern nella sua vita di tutti i giorni, facendo solo cose normali. Il bello in questo, è che puoi fonderti completamente con lei: puoi veramente comprendere cosa si prova a vivere in un furgone, in mezzo al nulla, e avere freddo o guardare quei bellissimi paesaggi americani. Lo fai davvero.

 

Chloé Zhao, una mujer haciendo historia en los Globos de Oro - WHY NOT
La regista Chloe Zhao

Inoltre, il film è stato elogiato per aver ritratto una visione distintiva dell’America, come sottolineano The Guardian e ABC. “Chloe Zhao parla di una storia molto personale. Rappresenta la lotta che devono affrontare molti pensionati e persone che stanno combattendo per trovare il loro posto in un mondo moderno di mutui, forza lavoro occasionale e obiettivi di carriera. Ci mostra come le grandi imprese possono cambiare innumerevoli vite con una decisione e come le cose che diamo per scontate possono facilmente scomparire.”

saeturnus

 

Saeturnus

Read, eat, travel, movies, sleep, repeat.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: