Nella regione a sud di Runeterra c’è la regione di Shurima, una zona desertica da cui prese nome un potente impero.
Shurima in tempi antichissimi crebbe e si sviluppò fino alla sua caduta che rivoluzionò la politica di Runeterra in maniera drastica.

Origini
Le origini di Shurima non sono ben chiare, probabilmente sono frutto di una migrazione di umani avvenuta in tempi antichi.
Tale flusso colonizzò le aree di Targon, Shurima e Ixtal, proprio la collaborazione di queste tre civiltà portò un enorme progresso nel campo della magia.
Shurima era una zona desertica, ma il suo popolo seppe sfruttare comunque questa terra così arida.
Essenziale fu l’aiuto di Targon, la civiltà della Grande Montagna era riuscita a sfruttare il potere celestiale del Forgiatore di Stelle e agli shurimani non restò che “chiedere” in prestito tale potere.

Grazie alla condivisione della conoscenza Shurima eresse i Dischi Solari, enormi strutture dorate in grado di replicare la magia legata al sole.
All’inizio il potere dei Dischi Solari fu usato per far proliferare la vegetazione, ma tale potere fu usato anche per altro.
Gli shurimani si resero conto che un essere umano esposto direttamente al potere di un Disco Solare poteva diventare qualcosa di molto simile alla divinità: erano gli Ascesi.

Gli Ascesi
Shurima aveva enormi conoscenze magiche e tra queste c’era la divinazione, i sovrani di Shurima ebbero una visione: un’orrenda invasione di mostri provenienti da un’altra dimensione.
Terrorizzati gli shurimani diedero il massimo sforzo per realizzare più Ascesi possibili, forse la loro unica possibilità contro i mostri.
Un essere Asceso è una creatura zoomorfa dagli incredibili poteri, è l’incarnazione stessa della divinità. Ma il rituale dell’Ascensione è un metodo complesso e non sempre ha risvolto positivi. A volte l’Ascensione fallisce generando una creatura sfregiata e deforme, chiamata Baccai.

La guerra con il Vuoto
Sfortunatamente la “corsa” per generare un gran numero di guerrieri Ascesi generò del malumore verso le città che Shurima aveva ammesso al suo impero. Shurima esigeva pesanti tributi fino a quando non scoppiò una rivolta.
La città di Icathia decise di ribellarsi a Shurima e iniziò una guerra contro l’Impero di Shurima. Sfortunatamente per il sovrano di Icathia fu un conflitto che si risolse in brevissimo tempo, gli Ascesi, guidata dalla valorosa Setaka, si dimostrarono troppo forti per un esercito di comuni mortali. Fu allora che venne deciso di giocare l’ultima carta. Un’alleanza fu stretta tra Icathia e delle strane creature magiche, ma il prezzo fu altissimo.

All’improvviso, si aprirono dei portali che fecero uscire delle creature mostruose e raccapriccianti: i Voidborn.
La città fu invasa da questi portali e nacque un conflitto terribile tra gli Ascesi e i mostri del Vuoto.
La profezia si era avverata!

Il crollo dell’Impero
Shurima uscì vincitrice da quella guerra, ma ad un costo altissimo.
Icathia divenne una zona inesplorabile, piena di portali pronti a risucchiare chiunque si avvicini o a far uscire un abominio di un’altra dimensione.
Nonostante ciò l’Impero riprese a crescere e a prosperare, fino alla sua ultima dinastia.
Accade sotto il regno di Azir, quando egli cercò di “forzare” il Disco Solare per eseguire un’Ascensione su sé stesso.
Sfortunatamente il rituale dell’Ascensione si rilevò una trappola per il monarca, ordita dal suo consigliere Xerath che lo tradì.
Con il rituale interrotto il Disco Solare non riuscì a contenere la propria energia ed esplose radendo al suolo l’intera città e polverizzando i cittadini.

L’anarchia dei Darkin
Senza più una guida politica centrale i vari Ascesi sparsi per l’Impero di Shurima reclamarono per sé il potere e ne nacque una una guerra civile.
Ogni Asceso reclutava seguaci, con ogni mezzo. L’obbiettivo era conquistare ogni angolo di Shurima e sconfiggere gli altri Ascesi, ma le forze in campo era troppo simili tra loro per lasciare un unico vincitore.
Per secoli questi Ascesi si diedero la guerra fra loro, arrivando persino a corrompersi con arti oscure pur di potenziare il loro potere. Per questo motivo la gente iniziò a chiamarli, Darkin, “I caduti”.

La guerra continuò fino a quando un Darkin di nome Ta’anari decise di porne rimedio con una soluzione definitiva.
Radunò per un’incontro diplomatico più Darkin possibili e vista l’impossibilità di un risvolto pacifico decise di tradire tutti.
Ta’anari era in possesso dell’arma sacra di Setaka, la Chalicar e la usò come conduttore per sprigionare un potere che annullasse il potere dei suoi simili.
Alcuni Ascesi perirono bruciati, altri, come Ta’anari, tornarono umani.

L’era dell’umanità
Con i Darkin indeboliti l’umanità ebbe il suo momento di gloria.
Appresero che era possibile ucciderli e trovarono un metodo incredibilmente efficace.
Rinchiudendo un Darkin dentro un oggetto o usando delle parti del suo corpo in esso (il cuore di Ta’anari, per esempio, fu usato per potenziare la Chalicar) era possibile creare un’arma che potesse ucciderli definitivamente.
Dopo il successivo sterminio dei Darkin gli abitanti di Shurima si divisero in tribù nomadi che si dedicarono al commercio e alla pastorizia.

Non vennero costruite grosse città, anche se rimasero in piedi diverse rovine, indicando la gloria di un tempo.
La nuova Ascesa
I secoli passarono fino a quando dei mercenari non violarono le rovine della città di Shurima. La loro intrusione e il conflitto che si generò portò alla resurrezione dell’Imperatore Azir che riuscì a completare il rituale di Ascensione e a ripristinare il Disco Solare.
Con il Disco Solare di nuovo funzionante la città riprese a rifiorire e Azir fondò il nuovo Impero di Shurima, richiamando le tribù alla città.

New Expansion: Empires of the Ascended | Cinematic Trailer – Legends of Runeterra – YouTube

Shurima era tornata!

-Belharza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: