Un futuro distopico, tratto dal romanzo del 2008 Chaos – La fuga (The Knife of Never Letting Go), primo capitolo della trilogia Chaos Walking, scritta da Patrick Ness, co-autore della sceneggiatura del film: Chaos Walking disponibile su Prime Video.

Trama

Nel futuro, il giovane Todd, colono di un piccolo insediamento del nuovo mondo in cui solo gli uomini “emettono pensieri”, è stato portato a credere che la totale scomparsa di tutte le donne sia dovuta ad uno sterminio da parte dei nativi. Dopo l’arrivo di Viola, ragazza sopravvissuta all’atterraggio di emergenza di una capsula proveniente da un’astronave, si troverà a scoprire una verità diversa per poi scappare con lei per avvertire i coloni in arrivo dei malvagi piani del capo dell’insediamento, il sindaco Prentiss.

Chaos Walking

È il 2257. Un colonia sulla terra di soli uomini e la mancanza di filtri. Gli uomini in questo insediamento hanno il “rumore”, ossia non sono in grado di nascondere i loro pensieri. Questa caratteristica è data dall’atmosfera del pianeta, lontano 64 anni dal Pianeta Terra.

Tom HollandTodd Hewitt – dovrà aiutare Viola EadeDaisy Ridley – giunta con una nuova nave di coloni perché il sindaco, il folle David Prentiss (Mads Mikkelsen), il leader dell’insediamento che ha qualche segreto sepolto. Qualcosa che cambierà qualsiasi modo di pensare di Todd.

Chaos Walking

Commento

Girato da Doug Liman nel 2017, fu rimandato dopo una serie di deludenti test screening in modo da poter girare materiale aggiuntivo. Fede Alvarez si sostituì a Liman, ma le riprese furono realizzate solamente ad aprile 2019, a causa degli impegni delle due star (Tom Holland e Daisy Ridley) con i rispettivi franchise (Spider-Man e Star Wars). Poi venne il Covid e Chaos Walking fu spostato da gennaio a marzo 2021. Insomma, questo film ha fatto così tanto “rumore” da non aver poi avuto modo di creare vero “chiacchiericcio”.

Il vero problema di Chaos Walking è che è troppo prevedibile. Qualsiasi cambiamento non è inaspettato, ma telefonato. Sembra un prologo che vuole mostrare un mondo nuovo, ma alla fine non lo fa mai.L’allegoria dell’America è evidentissima: la colonia si chiama Mondo Nuovo, ci sono dei “nativi americani”, chiamati Alieni, e c’è una forte estetica western.

I personaggi sono banali, ma ancora una volta, gli attori salvano i personaggi. Non sempre.
Ma stavolta è il turno di Tom Holland Mads Mikkelsen. Todd è dall’inizio che deve diventare un leader e il sindaco è cattivo… beh, perché “è cattivo”.

Chaos Walking


Il film funziona? Abbastanza, ma solo perché si regge sue queste quattro gambe.

Non è facile rendere la premessa del romanzo di Patrick Ness, ma qui l’hanno proprio dimenticata. Il resto? È “rumore”.

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: