Free Guy – Eroe per gioco è disponibile anche su Disney+, un connubio tra film e videogioco.
Oh, ma state tranquilli, siamo ben lontani dalla recente esperienza di Monster Hunter. 

Free Guy – Eroe per gioco

Free City è un posto in cui la cosa più scontata che può succedere è che qualcuno dirotti un elicottero, lo schianti contro un palazzo e scenda in strada col paracadute, smitragliando i passanti prima di rubare un auto e darsi alla fuga. Sembra una partita a Grand Theft Auto, una specie di MMORPG che ha avuto un successo strepitoso perché si può fare praticamente quello che si vuole.
Guy è un npg di un videogioco che compie sempre le stesse azioni: si alza, fa colazione, va a lavorare in banca e poi aspetta che qualcuno li venga a rapinare. 

Free Guy - Eroe per gioco
Sembra procedere tutto così, sempre uguale, quando, un giorno, Guy capisce di volere di più ed evolve. 

Cosa fa scattare questa scintilla? Una ragazza.

Così, una di quelle mattine afferra gli occhiali di un personaggio interpretato da un giocatore e scopre una vita intera, nascosta tra i palazzi, tra i muri, in un nuovo paio di scarpe che permette di saltare. La sua storia si intreccia con quella di Molotov, la grintosa avatar di una programmatrice che, dal mondo reale, sta cercando nel gioco una prova che dimostri che l’autore ha rubato le sue idee per sviluppare Free City. Guy perderà la testa per lei e farà di tutto per aiutarla… ma com’è possibile che un PNG abbia una coscienza e creda di essere vivo?

Commento

La trama di Free Guy – Eroe per gioco è a intreccio e mai banale. Shawn Levy, già regista di film cult come Una notte al museo e Real Steel, ha pensato di giocare bene sul citazionismo, cercando un compromesso tra Ready Player One e Pixels. Un buon connubio in realtà, perché Free Guy funziona!

Free Guy - Eroe per gioco

Per non parlare dell’interpretazione di Ryan Reynolds, con la rappresentazione del buontempone un po’ maldestro e l’eroe carismatico col physique du rôle. Ben riuscita!
Condito con due programmatori – nel mondo reale – che rendono davvero l’avventura sempre più interessante: Joe Keery (Stranger Things) e Jodie Comer (Killing Eve) e Taika Waititi.

Un film interessante, per tutte le famiglie e anche molto divertente.

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: