Si sa, Ryan Murphy crea sempre dei capolavori. Le ultime due/tre stagioni di AHS sono state senza ombra di dubbio sottotono, con l’esclusione di Apocalypse. Ma con American Horror Story: Double Feature, si è rifatto alla grande! Dal 20 ottobre su Disney+, questa decima stagione è divisa in due parti distinte e autoconclusive. La prima è intitolata Red Tide ed è composta da ben 6 episodi, la seconda, invece, Death Valley, ne vede solo 4. Prima d’ora non era mai stata utilizzata questa scelta stilistica, ma a causa dell’epidemia di COVID-19, si sono dovute cambiare le carte in tavola. E questo si è rivelato vincente, creando così una delle migliori stagioni, senza il minimo dubbio. 

American Horror Story: Double Feature

American Horror Story: Double Feature – Red Tide

Red Tide, letteralmente marea rossa, si svolge a Cape Cod, situata sull’Oceano Atlantico, precisamente nel Massachusetts. Qui molti artisti, come Edward Hopper per i suoi paesaggi, o Norman Mailer per il suo romanzo I duri non ballano, hanno trovato ispirazione per le loro opere. Ed è proprio qui che giunge Harry (Finn Wittrock), in cerca di qualche nuova idea per il pilota di una nuova serie tv. Per tre mesi si trasferisce con la moglie (Lily Rabe) e sua figlia, piccola violinista prodigio (Ryan Kiera Armstrong). Non appena arrivano in città, Harry viene aggredito da una senzatetto con teorie complottistiche (Sarah Paulson), mentre le due donne da un gruppo di vampiri. Inoltre facciamo la conoscenza di una scrittrice di romanzi erotici (Frances Controy) e un famosissimo commediografo (Evan Peters). Pensavate fosse finita? E invece incontriamo anche un aspirante scrittore che si prostituisce (Macaulay Culkin). 

American Horror Story: Double Feature

Death Valley 

Death Valley, d’altro canto, vede come protagonisti gli alieni. Il tutto si svolge cominciando con una premessa dal passato, durante il mandato del presidente Eisenhower (Neal McDonough) e della consorte Mamie (Sarah Paulson), nonché del suo infido vicepresidente, Dick Nixon (Craig Sheffer). Noviamo anche Lyndon B. Johnson (Karl Makinen), Amelia Earhart (Lily Rabe), John Fitzgerald Kennedy (Mike Vogel) e Marilyn Monroe (Alisha Soper). Intrighi e misteri fra Area 51, avvistamenti di Ufo e rapimenti alieni mostrati in bianco e nero. Arrivando ai giorni nostri, abbiamo quattro amici, due maschi e due femmine, che vengono rapiti, ingravidati e trasportati…. lo scoprirete seguendo la serie. 

In conclusione una degna decima stagione per American Horror Story, con un ritrovato spirito assimilabile a quello delle prime stagioni. Se non l’avete ancora vista, fatelo subito, no ve ne pentirete! Per ora è tutto, un saluto, Shadow!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: