Sono ormai passati dieci anni dal lancio di The Elder Scrolls V: Skyrim e il gioco ha saputo far parlare di sé nel bene e del male.

Ora, tra pochi giorni, Bethesda si preparerà a fargli spegnere le candeline con l’Anniversary Edition.

Anniversario

Avevamo già sentito parlare dell’Anniversary Edition durante il primo giorno del Quakecon.
Potete trovare l’articolo dedicato qui.

The Elder Scrolls V: Skyrim Anniversary Edition and Upgrade Overview Video – YouTube

Dal quel momento sono girati meme e informazioni spesso alterati da sviste o incomprensioni.
Ma pochi giorni molte cose sono state chiarite (o almeno così si spera).
Il rilascio avverrà il giorno 11 novembre 2021.

 

Contenuti

L’Anniversary Edition ci saranno importanti aggiornamenti per il gioco ambientato nella landa di Skyrim.
Innanzitutto bisogna fare due distinzioni: c’è l’uscita dell’Anniversary Edition e c’è l’uscita dell’aggiornamento per la Special Edition.

Iniziamo con la Special Edition, il gioco subirà un aggiornamento e saranno disponibili quattro mod gratuite del Creation Club: Santi e Seduttori, la modalità pesca, Curiosità da Tamriel e la modalità sopravvivenza.

L’Anniversary Edition sarà invece un gioco a parte e avrà a disposizione ben 74 mod. (di cui però saranno attive al lancio solo quarantotto, le altre devo essere ancora rilasciate)
Per coloro che usano le console questa nuova versione sarà disponibile per PS5.

 

Controversie

Ora passiamo alla nota amara, questo annuncio ha letteralmente spaccato in due la community!

C’è chi ha preso la cosa con entusiasmo e chi invece dice che “Todd Howard ne ha fatto una delle sue…ancora!”.
Una delle principali critiche è il prezzo del prodotto, l’Anniversary Edition costerà 54,99 €. Ma se si ha già a disposizione la Special Edition il prezzo sarà di 19,99 €.
Diverse persone hanno fatto notare il prezzo troppo alto. Dopotutto si tratta di un gioco di dieci anni, che però viene venduto come un tripla A nuovo di zecca.

Un’altra critica molto forte proviene dal mondo delle mod, l’aggiornamento della Special Edition potrebbe rendere inutilizzabile SkSe, una mod su cui praticamente ogni modder si poggia per poter giocare.
Non è un caso se spesso nei siti interessati alcuni utenti abbiano iniziato a chiedere come poter disattivare l’aggiornamento su Steam. Proprio per evitare che il proprio gioco subisca una “Mod-pocalypse” (come la stanno sopra-nominando sul web).

Infine sono state mosse altre critiche contro il Creation Club, un mezzo di attivazione mod che diversi giocatori hanno ritenuto “discutibile”, e verso la stessa celebrazione dell’anniversario.
Perché è vero che Skyrim, dopo dieci anni fa ancora parlare di sé, ma è anche vero che in questi dieci anni, tra l’originale del 2011 e l’Anniversary Edition sono usciti usciti diversi rilanci:
La Legendary Edition nel 2013, la Special Edition del 2016, la versione per Switch nel 2016, la versione per playstation VR nel 2016 e la versione VR per PC nel 2018.
Con tutte queste versioni dello stesso gioco rilanciato più volte ci si chiede se ne valesse veramente la pena avere anche la versione commemorativa per i dieci anni.

-Belharza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: