In meno di una settimana Riot Games ha annunciato l’uscita e la produzione di diversi videogame sull’universo di Runeterra.
Alcuni nomi erano noti già da tempo, ma altri sono stati delle novità.

Riot Forge Showcase – Nintendo Switch – YouTube
Ecco a voi la lista dei giochi:

 

Ruined King: A League of Legends Story       
Finalmente è uscito!
Questo gioco è finalmente arrivato sulle piattaforme il giorno stesso della live in cui presentavano i giochi.
Se ne era già parlato in un articolo.
Il gioco aveva avuto diverse problematiche, dovute alla pandemia, finendo per slittare dopo l’evento (La Rovina) che in realtà doveva precedere per questioni di trama.
Attualmente i commenti sul gioco sono positivi.

 

Hextech Mayhem: A League of Legends Story


Una novità da parte della Riot Games che ha dato vita al progetto con la collaborazione della Choice Provisions nello sviluppo.
Il gioco è già uscito sulle piattaforme assieme al Ruined King.
E’ un rhythm game che vede protagonisti i due yorlde Ziggs ed Heimerdinger.
Non sembra esserci una grossa trama dietro al gioco, semplicemente lo yordle artificiere vuole far esplodere le sue bombe a ritmo di musica, rischiando però di devastare le città di Piltover e Zaun.
La grafica è molto cartoonesca con modelli 3D quasi stilizzati, come se fossero dei giocattoli di plastica e gomma.
Questo stile è decisamente in sintonia con la meccanica goliardica del gioco.
Anche in questo caso i commenti sono positivi.

 

CONV/ERGE: A League of Legends Story
Di questo gioco si sapeva l’esistenza da anni, annunciato per la prima volta assieme al teaser del Ruined King.
In questo progetto c’è stata la collaborazione da parte di Riot Forge, Riot Games e Double Stallion (quest’ultimo ha sviluppato il gioco).
Il gioco vedrà come protagonista Ekko per le strade di Zaun.
Lo stile grafico sarà in 2D con molti riferimenti underground, i forti colori accessi e fluo entreranno in contrasto con i fumi verdi e i vicoli bui di Zaun.
CONV/ERGE punterà ad uno stile di gioco molto simile a Speed Brawl, non ha caso la Riot Games ha contattato proprio la stessa casa di sviluppo per farlo.

 

 

Song of Nunu: A League of Legends Story


Forse è il progetto più coraggioso e ambizioso tra quelli in fase di sviluppo.
Non si avevano molte informazioni al riguardo prima dell’annuncio del 16 novembre 2021.
A dedicarsi allo sviluppo è stata la Tequila Works, una casa videoludica spagnola.
La storia sarà ambientata nel Freljord e ruoterà intorno alla strana amicizia tra il bambino Nunu e lo yeti Willump.
Sarà un open-world con dei rompicapi da risolvere.
L’ambientazione sembra essere ben fatta, ma non hanno ancora annunciato la data finale.

Project L
Questo gioco sembra essere separato dagli altri.
E’ stato annunciato giorni dopo la diretta live che ha presentato gli altri giochi.
Non si sa bene il motivo, magari perché nel trailer rilasciato mostravano un combattimento molto simile a quello avvenuto nell’Atto III di Arcane.
Strano è anche il fatto che non compaia la dicitura “A League of Legends Story” come invece era apparsa negli altri giochi annunciati.
Project L sarà un picchiaduro, in stile Tekken o Street Fighter e verranno usati i campioni della lore.

Con questi annunci la Riot Games ha decisamente dimostrato un paio di cose.
Di sicuro voglio far intendere di non essere capaci a fare un solo tipo di videogioco e con le giuste collaborazioni può dare vita a qualsiasi genere videoludico sfruttando l’universo di Runeterra (fatta eccezione di Valorant).
La scelta delle collaborazioni è interessante, sono andati a ricercare le case di sviluppo specializzate nelle meccaniche di gioco che volevano trattare.
La frase “A League of Legends Story” è decisamente una dichiarazione della loro intenzione di creare un’enorme universo videoludico che possa essere fruibile da chiunque in base ai propri gusti personali.
Sarà il temo a dire se questa idea sarà vincente oppure no.

-Belharza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: