La battaglia iniziò il 2 ottobre 1944, storicamente parlando.
Ma il film è ambientato a novembre 1944, con tre protagonisti: un ragazzo olandese, un pilota di aliante inglese e una ragazza della Zelanda.

La battaglia dimenticata

Il 15 ottobre 2021 è sbarcato su Netflix La battaglia dimenticata di Matthijs van Heijningen Jr., che trae ispirazione dalla Battaglia di Zelanda, di cui ancora oggi si sa molto poco.
Il film è stato girato in Lituania, Paesi Bassi e Belgio, sarebbe dovuto uscire al cinema nel novembre 2020, ma è stato rinviato a causa della pandemia.

 

Sull’isola sommersa dalle acque di Walcheren, Zelanda, migliaia di soldati alleati stanno combattendo l’esercito tedesco. Il destino di tre giovani si lega indissolubilmente: un ragazzo olandese che combatte per i tedeschi, un pilota di aliante inglese e una ragazza della Zelanda legata alla resistenza contro la sua volontà, sono costretti a fare scelte cruciali che influiscono sia sulla propria libertà che su quella degli altri. Sono diversi, vivono esistenze diverse, eppure hanno un solo scopo: essere liberi.

La battaglia dimenticata

Il film comincia con la frase “il porto di Anversa è stato liberato dai tedeschi”, che però occupano ancora Schelda, punto cruciale per gli Alleati, se vogliono liberare dalla presa tedesca.
È il giugno 1944 nella Normandia occupata dai tedeschi, lì troviamo: Teuntje Visser (Susan Radder), la figlia di un medico, suo fratello Dirk (Ronald Kalter) che odia i tedeschi e lancia un sasso contro un’auto, facendo perdere il controllo al soldato tedesco che investe tre commilitoni ed è costretto a nascondersi. Lo spettatore incontra poi William Sinclair (Jamie Flatters), un pilota di alianti per le forze inglesi. Combatte la stessa guerra anche Marinus van Staveren (Gijs Blom), un soldato nazista che combatte in prima linea.

La battaglia dimenticata

Sembra un racconto facile, ma ci sono tante dinamiche che complicano tutta la situazione. A parte dai cambiamenti interni dei personaggi, profondi, intensi e sconvolgenti.

Fatti storici

La battaglia dimenticata ha luogo tra il 2 ottobre e l’8 novembre 1944. La battaglia è una delle più sanguinose e importanti dell’intera campagna per la prima armata canadese, durante le cinque settimane di combattimento sono stati contate un totale di 12.873 vittime alleate, con la metà delle perdite riconducibili all’esercito canadese.

Commento

La battaglia dimenticata è un film non di facile narrazione, in quanto fatta di molti dialoghi, di scene che si incastrano. Sono sì tre narrazioni diverse, ma che alla fine, a mosaico, si intrecciano a incastrare le tre esistenze a mosaico, per raccontare la Storia.
Il regista esplora gli orrori, mette in evidenza la paura, il dolore e i segni della guerra. Devastanti.

Composto sia da scene introspettive, sia da scene d’azione, La battaglia dimenticata si tratta di un’opera che con qualche fragilità (tante parole e poca descrizione di ciò che avviene nella mente e nel cuore dei personaggi, la costruzione a mosaico che non sempre è il massimo) narra bene una pagina di cui si sa poco e di cui è difficile ricostruire tutti i tasselli.

La battaglia dimenticata

Presente anche un buon cast, tra cui Tom Felton che interpreta un comandante tedesco.

Una pagina di storia che si conosce poco e che Matthijs van Heijningen Jr. ha regalato al pubblico tramite Netflix.
Imperdibile.

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: