Films News

The Batman di Matt Reeves – la rivalsa della Warner Bros con il DCEU?

The Batman

Aspettavamo questo film da quando ne hanno cominciato la produzione: la critica per il neo-eroe pipistrello non si è risparmiata: la maggior parte non vedeva Robert Pattinson adatto a questo ruolo.
Beh, lasciatecelo dire, si sbagliavano.

The Batman

È Batman da solo due anni – e spesse volte fa ancora errori – ma è l’inizio del percorso supereroistico dell’uomo pipistrello.

The Batman

Non può essere ovunque, non è onnisciente e non può coprire tutto il territorio di Gotham: è un Batman consapevole quello di Robert Pattinson. Consapevole che deve scegliere le proprie battaglie e cosciente che piccoli furti di quartiere, purtroppo, non sono la priorità.

Io sono vendetta.

Il segnale dell’eroe si accende nel cielo e lui corre. A fianco della polizia, cerca gli indizi – e li segue – per scoprire chi ci sia dietro quegli omicidi, in cui viene sempre lasciato un biglietto per lui.

The Batman

Durante questa pellicola scopriamo un nuovo Batman, un eroe solo fin dall’inizio, che deve ancora imparare a riconoscere le sue paure, le sue vere paure. Come perdere le persone che ama, persone come Alfred.

The Batman

Il percorso che ha intrapreso però lo porterà faccia a faccia con la natura umana, il bisogno reazionistico del popolo che ancora non ha ben capito per cosa combattere e, come sempre, è Gotham stessa a soccombere. In particolar modo, coloro che cercando di migliorare perché sia un posto migliore.

Io sono speranza.

Commento

Non ho voluto dilungarmi volutamente sulla trama di The Batman in quanto non volevo procurarvi più spoiler di quanti non ne contenga già il trailer stesso.

Questo non è il classico film cinecomix, si tratta di un altro tipo di approccio. Matt Reeves si conferma un’ottima scelta e sembra aver chiaramente compreso che sciommiottare l’MCU non può funzionare per il DC universe. L’essenza della DC non è produrre trame comiche – se vogliamo proprio sottolinearlo, nemmeno The Flash ha delle trame comiche. I personaggi cardine rispecchiano tutt’altro che vera ironia. Al massimo del macabro o pesante sarcasmo. Persino le battute del Joker o di Harley non sono volutamente simpatiche o ironiche – non citiamo nemmeno Birds of Prey, per favore.

L’essenza della DC è sicuramente più cupa e lo si vede anche per i colori di The Batman stesso: quasi fosse un noir, che racconta di mafiosi e club privati dove la malavita si interseca con la giustizia stessa. Come le musiche stesse: tetre, angoscianti con ritmo cadenzato.

I ritmi sono abbastanza incalzanti nei combattimenti – ottimi, tra l’altro – anche se alcuni momenti sono un po’ troppo lenti.

Un film che merita di essere visto con un ottimo nuovo Batman giovane: Robert Pattinson.

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: