Una ragazza affamata, sporca e lacera, con lo sguardo allucinato, viene ritrovata in una stanza segreta di un appartamento di Londra dove la polizia ha rinvenuto il corpo in decomposizione di un uomo torturato a morte, seduto su di una sedia. La ragazzina potrebbe avere 11 o 12 anni, forse più o forse meno, ma pesa meno di una bambina di 6. Di lì a poco si scoprirà che ha convissuto per mesi con quel cadavere martoriato, sopravvivendo trafugando del cibo durante le sue brevi uscite, cibo che condivideva con i due cani lupo presenti nel giardino di casa.

Oramai, sono passati 6 anni da quei tragici fatti e quella ragazzina vive a Langford Hall, una struttura protetta per minori di Nottingham, nelle Midlands inglesi, sotto il nome di Evie Cormac. Il suo passato continua ad essere sconosciuto ai più: nessun atto di nascita, nessuna cartella clinica, nessuna presenza nei file delle persone scomparse e dal suo DNA non è possibile risalire ad alcuna identità. Non è mai esistita.

Brava ragazza/Cattiva ragazza

Nessuno è a conoscenza del fatto che Evie Cormac è  “La ragazza nella scatola”, laFaccia d’angelo”, come veniva chiamata all’epoca dai giornali. L’unico ad esserne a conoscenza è Adam Guthrie, l’assistente sociale supervisore di Evie a Langford Hall. A 18 anni, Evie si rivolge al tribunale perché le venga riconosciuto il suo diritto alla messa in libertà dalla struttura protetta, ma qualcosa non va come spera e il buio torna a fare breccia nella sua realtà.

Tocca allo psicologo forenze Cyrus Haven a valutare l’idoneità di Evie a poter condurre una vita autonoma al di fuori della struttura. Ma lei è diversa da chiunque altro: affascinante e pericolosa allo stesso tempo, dotata di una forza intensa e imprevedibile, in grado di sopraffare anche le difese emotive del giovane psicologo. Anche lui è alle prese con un episodio violento del passato: la tragica morte dei genitori e delle sorelle per mano del fratello. Evie è forse una “maga della verità”, intuisce quando gli altri mentono, e sembra che nessuno dica la verità.

Oltre a valutare l’idoneità di Evie, Cyrus viene chiamato a dare il suo contributo di psicologo alle indagini degli investigatori impegnati nella ricerca dell’assassino di una giovanissima campionessa di pattinaggio artistico, Jodie Sheehan, trovata morta in circostanze misteriose. Un delitto all’apparenza inspiegabile: nessun indizio, nessuna violenza; unica presenza sulla scena del delitto le tracce di liquido seminale presenti sui capelli e nella vagina della ragazza, peraltro non coincidenti tra loro, testimonianza di un rapporto sessuale, a prima vista consenziente, avvenuto poco prima della morte.

Due ragazze, due storie, due casi irrisolti, a cui bisogna rendere giustizia. Ad entrambe, il giovane psicologo dovrà dare delle risposte.

Commento

Un romanzo ben strutturato, dal ritmo incalzante, quasi adrenalinico, avvincente e angosciante, da cui il lettore potrà staccarsi. La scrittura di Robotham è meravigliosa, avvolgente. Si tratta del Vincitore del Crime Writer’s Association Gold Dagger Award, e di numerosi altri premi.

“La pila dei libri che devo leggere è sempre altissima, ma un romanzo di Michael Robotham va automaticamente in cima. Il suo nuovo libro (Brava ragazza Cattiva ragazza ndr) non si riesce a mettere giù

– Stephen King.