L’angelo trafitto di Alberto Büchi è un omaggio Nero Press, collana Insonnia. Si tratta di un thriller horror esoterico.

L'angelo trafitto di Alberto Büchi

Un ispettore di polizia e un medium lottano contro il tempo per salvare una giovane dalla setta satanica che vuole sacrificarla.

“Adoreremo uno spirito che soffierà come vento sulla terra e, come tempesta, genererà un mondo nuovo dalle macerie del primo. Così come si narra che abbia già fatto. Creerà per noi un luogo in cui dolore e deformità saranno parimenti degni del benessere e della bellezza. E dove l’orrore sarà come l’incanto. Fino al punto in cui tra gli opposti non ci sarà differenza.”

L’angelo trafitto

In una provincia del Nord Italia ai piedi delle montagne, la diciottenne Maria viene rapita da una setta intenzionata a rievocare l’episodio più cruento di un misterioso Vangelo apocrifo: la storia del messaggero, dell’Angelo Trafitto. Due uomini dal passato tormentato e violento sono chiamati, loro malgrado, a mettersi sulle tracce della giovane: un ispettore di polizia e un sensitivo che conduce una vita allo sbando. Quest’ultimo ha voluto dimenticare il proprio dono ed è tormentato dalle visioni di una figura femminile che sembra essergli molto legata. L’ispettore, invece, nasconde dei segreti inconfessabili che riemergono prepotenti nel periodo più difficile della sua esistenza. Sarà proprio il passato lo scoglio che tutti dovranno superare per riappacificarsi col mondo e per ritrovare la ragazza prima che la sua anima si perda per sempre.

 

Ci sono tre storie che si intrecciano in un’unica indagine: Maria, una ragazza che viene rapita da casa sua; i suoi genitori, che erano in casa quando il rapimento è avvenuto; l’ispettore di polizia incaricato di risolvere il caso; un sensitivo chiamato in causa dal padre di Maria: i due un tempo erano amici. Come vedete, gli ingredienti sono molti!

Il fulcro della storia è il rapimento di Maria: la ragazza viene tenuta in vita, segregata in una cella buia, incatenata al letto. Qualcuno le porta cibo, acqua e una bacinella per lavarsi. Poi c’è una persona che si presenta solo per raccontarle storie particolari, che sembrano non avere il minimo senso.
Così, mentre racconta, la droga: le mette in testa una corona con fiori d’aconito e molto altro ancora, per renderla soggiogabile.

L’ispettore e la squadra di polizia incaricati di risolvere il caso indagano, apparentemente senza risultati. È così che il padre di Maria entra in contatto con un suo amico d’infanzia, in grado di “vedere”.

Commento

L’angelo trafitto di Alberto Büchi è un libro non per tutti, ma dannatamente elegante. La penna dell’autore italiano mette i brividi nelle caratterizzazioni dei personaggi e nella loro evoluzione.

Toni cupi, atmosfere angoscianti e tetre, con il tema del satanismo che fa da contorno. Poco approfondito, ma ben stilizzato, avvertito tramite i dialoghi.

Alberto Büchi ci porta alla scoperta di un altro mondo, oltre il “Velo” sottile della realtà.

L’autore

Alberto Büchi nasce a Milano nel 1978. Il cinema è il suo primo grande amore e dopo la laurea si traferisce a Londra per frequentare la New York Film Academy. Negli anni seguenti lavora in pubblicità e insegna. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati su antologie come Strane Visioni (Hypnos, 2016), il volumetto bifronte Demoni (Nero Press, 2017) e 80 voglia di ammazzarti (AlterEgo, 2020). Il suo romanzo L’eroe delle terre morenti (Nero Press, 2015) è uscito negli Stati Uniti col titolo Frontier Wanderer (Caliburn Press/Siento Sordida, 2015). Nel 2016 ha pubblicato il romanzo Fuoco Fatuo (AlterEgo Edizioni). Nel 2021 è in uscita il suo L’Angelo Trafitto ancora con Nero Press Edizioni.

Il 10 giugno la casa editrice Nero Press vi invita alla presentazione a Milano il 10 giugno!

#staytuned per le info principali!

Poison El

[Proofreader e Editor. Digital Content Creator. Blogger. Artist. Traveller. Aspirant Writer.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: