News,  videogames

LumenTale. Kickstarter ufficiale

LumenTale, Another Story ha finalmente il suo trailer con gameplay.Scopriamo i dettagli del gioco e dello sviluppo.

 

LumenTale | Reveal Trailer – YouTube

 

Il giorno 13 ottobre la Beehive Studios ha ufficialmente rilasciato questo trailer, non si parla ancora di data ufficiale di rilascio, ma del suo kickstarter (menzionato in questo articolo), previsto a dicembre 2022.

Che differenza c’è con il trailer precedente?
LumenTale
(Un tempo Project Animon) sembra che voglia far sul serio e finalmente vediamo scene del gioco.
Devo ammetterlo, è impossibile non metterlo a confronto con la saga dei Pokémon.
Ma per quanto siano sotto alcuni aspetti simili, spiccano anche enormi differenze. A volte persino ti vien da chiedere “ma perché una compagnia così grande non ci ha pensato prima mentre un prodotto indie la batte sul tempo?”
Non sto scherzando ci sono veramente che trovo interessanti o che mi hanno colpito.

1. I movimenti di camera.
Che sia durante una cutscene (o almeno ipotizzo che lo sia) o mentre esploriamo una zona dal trailer vediamo dei movimenti di camera particolari.
Vorrei farvelo notare, nel caso fosse sfuggito. Nel trailer, nel minutaggio 1:05 il protagonista sta salendo una scalinata per poi andare nella piazza. In quel momento c’è un cambio di angolazione della camera, è un movimento abbastanza naturale, ma che a mio avviso da un’enorme tridimensionalità all’ambiente circostante.
Inoltre, come chicca ci sono scene in cui alcuni oggetti non vengono messi a fuoco, appaiono (giustamente) sfuocati, come se il nostro occhio fosse (e debba essere) concentrato su qualcosa.

2. Minimappa e Turn Order
Lo ammetto non pensavo di averne bisogno fino a quando non li ho visti!
Nei giochi Pokémon la minimappa è sempre stata una rarità e in effetti non sono state poche le volte in cui il nostro personaggio ha vagato alla cieca in cerca di qualcosa per diverso tempo, con scarsi successi.
La minimappa è effettivamente qualcosa di cui si ha bisogno, specialmente se il gioco tende a diventare meno lineare e più complesso.
Un’altra aggiunta carina di Lumentlae è il Turn Order, che ricorda un po’ i vecchi combattimenti di Final Fantasy o di altri RPG.
Ammetto che è una caratteristica che aiuta molto il giocatore, ma è un aiuto che va saputo sfruttare con la strategia.

 

3. La grafica
Ammetto che quest’ultima è molto particolare. Il mondo è tridimensionale, mentre i personaggi sono rappresentati con una pixel art 2D.
Forse è una scelta di stile insolita che non piacerà a tutti, ma è anche comprensibile, visto che si tratta di un gioco indie.
Non ci sono effettivamente grosse risorse per creare tutti i modelli a tre dimensioni con le loro animazioni.

Proprio sulle risorse concludo quest’articolo.
Come detto prima a dicembre uscirà un kickstarter per questo gioco, seppur non sia ancora finito devo dire che questo gioco sembra essere sulla buona strada per diventare un buon prodotto.
Vi terrò aggiornati sulle future novità

-Belharza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: