Books,  Libromania/De Agostini

Il rogo delle anime di Camilla di Giacomo

Avresti il coraggio di ribellarti al caso?

Essere vittima di un gioco astrale e sadico del destino non è certo la situazione ideale.
Ma, avere però la forza di ribellarsi a tutto ciò, invece, è una caratteristica che non tutti posseggono: sfuggire alle regole del destino, agire in maniera completamente opposta, essere un’anomalia.

Vi basterà così poco per innamorarvi di questa storia.

Il rogo delle anime

La protagonista si chiama Calliope Madeo, nome che è già tutto un programma ed è anche il motivo per la quale la di Giacomo mi ha conquistata sin da subito: utilizzare due nomi importanti della mitologia greca? Bene, sarò una tua lettrice accanita anche se non ci sarà alcun retelling o altri riferimenti in merito.
Calliope vive in un quartiere benestante di Roma, è figlia unica, i genitori sono poco presenti nella sua vita e nasconde un segreto logorante: il suo corpo è capace di infiammarsi in maniera incontrollata e questo, purtroppo, l’ha portata a isolarsi completamente dal mondo. Infatti, non ha amici né un ragazzo, e vive la sua vita tra esami e preparazione della tesi per concludere i suoi studi. Innamorata solo della giustizia, incline al macabro e con la voglia di diventare una brillante giornalista, proprio come il padre, vorrebbe entrare a far parte del giornale universitario e, per farlo, il caporedattore le chiede di scrivere qualcosa più alla portata di tutti.
Un articolo gossip sul rappresentante degli studenti del suo dipartimento universitario è ciò che deve fare.

Una vera e propria tortura per Calliope e, per essere sinceri, come darle torto?

Svogliata e controvoglia, si reca in un night di Roma, zona difficile da collocare per me che non sono della città eterna, in cui il suo obiettivo si intrattiene volentieri. Seduta al bancone, incontra Jacopo, un giovane barista dall’aria genuina ed estremante gentile.
Il principe azzurre che tutte vorremmo.
Tutte tranne me, ovviamente, che sono un’amante dei villain.

La vita apparentemente tranquilla di Calliope terminerà proprio quella sera, in quanto verrà stravolta dal caso… letteralmente.
Caso è un giovane dall’aria stravagante, una di quelle persone che attirano ma, allo stesso tempo, spaventano per il loro essere… semplicemente loro. Capelli di sfumature stravaganti, figura esile e muscolosa, iridi di due colori diversi ma estremamente e tremendamente affascinanti.
Sostanzialmente, qualcuno che non passa inosservato, nemmeno agli occhi della nostra Calliope.

I dadi, le scommesse, il brivido del pericolo e l’eccitazione di cosa le proprie azioni causeranno agli altri sono le caratteristiche principali della vita di Caso.
Caratteristiche che attrarranno sempre di più Calliope, sino a quando non scoprirà davvero chi si cela sotto quegli occhi meravigliosi.

Commento

La storia di Calliope e Caso è come le montagne russe.
Soffri, gioisci, ti diverti e soffri di nuovo.

È travolgente ed estremamente eccitante, ma anche spaventosa.

È un mix di emozioni e sentimenti che ti terrà incollata alle pagine fino a quando non ti accorgerai di aver finito.

La di Giacomo è veloce nella narrazione e questo potrebbe risultare un difetto magari per chi, come me, è abituato a un racconto molto più approfondito sia a livello di ambientazione che di introspezione dei personaggi. Ma, in realtà, se si scava a fondo, si arriva alla conclusione che il caso non ha il tempo di dedicarsi a questo contorno.
Agisce e basta, imprevedibile e veloce.
Logorante, proprio come il fuoco.

Inaspettato è l’aggettivo che utilizzerei per descrivere lo stile di Camilla di Giacomo e credetemi se alla fine della storia la domanda che vi porrete sarà: ma io, avrei avuto il coraggio di ribellarmi al caso?

-Sarah Lionti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: