videogames

Games Week 2022. Un occhio sugli indie

L’evento del Games Week/Cartoomics del 2023 si è concluso e The Nerd’s Family non ha certo perso l’occasione di dare una sbirciata tra le novità videoludiche.
Una cosa su cui vorrei soffermarmi sono gli indie, ma, come sempre procediamo con ordine.

L’evento Games Week

La fiera, che si è tenuta a Rho Fiera tra il 26 e il 28 novembre 2023 è stata gigantesca.
Quattro padiglioni in tutto, due per il Games Week e due per Cartoomics.
La varietà era enorme e spero che vedendo il grosso stand di Soulstice abbiate pensato al nostro articolo, se così non fosse eccolo qui.
Ma l’argomento su cui voglio focalizzarmi di più sono i prodotti indie mostrati in fiera. Erano tantissimi e c’era effettivamente l’imbarazzo della scelta.
Per questo motivo ho deciso di sceglierne quattro, per temi e gameplay diversi tra loro, tre verranno subito descritti in questo articolo, mentre al quarto sarà riservato un articolo a sé.
Cominciamo!

River Tails: Strongher Together

Iniziamo da qualcosa di leggero. River Tails è un platform cooperativo, potremmo impersonare o il simpatico gatto viola oppure il coraggioso pesciolino rosso.
Il gioco è stato sviluppato dalla Kid Onion Studio con la collaborazione della Gravity Game Arise. La grafica è molto vivace, con colori forti e un’ambientazione da cartone animato. Punto forte del gioco è ovviamente la “meccanica” dell’amicizia. I due personaggi (e ovviamente i due giocatori) devono collaborare per superare qualsiasi ostacolo, ciò che uno compensa con il nuoto, l’altro lo farà saltando e arrampicandosi.
Il gioco è disponibile su PC, Playstation, Xbox e Nintendo Switch.

 

Glasshouse

Ora passiamo a qualcosa di meno “allegro”. Glasshouse.
Questo gioco è ambientato in un mondo distopico, spento e sfiancato dall’eccessivo consumo di risorse.
Non lasciatevi ingannare dall’aspetto ottocentesco della città e della società, qua siamo nel futuro, uno di quelli che non vorremmo.
L’ambiente punta ad un leggero realismo, i temi sono cupi e sciupati, quando l’idea di qualcosa di usurato da tempo.
Le meccaniche di gioco saranno molto particolari. Controlleremo il personaggio dall’alto, con una telecamera che possiede un’angolazione di circa 60°. Il nostro personaggio potrà interagire con l’ambientazione circostante e con gli altri personaggi…e magari anche far scoppiare una rissa.

 

IMAGO, Beyond the Nightmares

Mi dispiace, ma ora tocca ad un videogioco legato al mondo degli horror e del thriller.
In IMAGO il vostro compito sarà quello di indagare su degli eventi paranormali. Inutile dire che fin da subito non sarete i benvenuti in quel posto e la vostra priorità sarà quella di uscirne vivi, interi e possibilmente ancora sani di mente.
Preparatevi, perché l’orrore è dietro l’angolo!


Questi sono tre dei quattro giochi scelti, non resta che aspettare la settimana prossima per la continuazione di questo articolo. Intanto provate ad indovinare di quale gioco possa trattarsi, un piccolo aiuto ve lo fornisco. Il gioco riguarda un fumettista. Fine degli aiuti!

Prima di chiudere, siete stati anche voi al Games Week? Avete visto qualche gioco indie che ha attirato la vostra attenzione? Ditelo pure nei commenti.

-Belharza

(Per problemi tecnici questo articolo è stato pubblicato con un giorno di ritardo. Chiedo scusa per il disservizio)

One thought on “Games Week 2022. Un occhio sugli indie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: